Non solo Covid. Asportato tumore maligno del cavo orale in un 88enne

Presso il "Vito Fazzi" l'intervento con l'ausilio di un chirurgo maxillo-facciale presso l'Unità operativa complessa di Otorinolaringoiatria

LECCE – Non solo Covid-19. L’attività sanitaria si confronta ogni giorno con un numero di patologie davvero impressionante e alcune, per essere trattate, necessitano di interventi ad elevata complessità che mettono insieme alta tecnologia e competenze.

Presso l’Unità operativa complessa di Otorinolaringoiatria del “Vito Fazzi” di Lecce (diretta da Antonio Palumbo), ad esempio, da quasi un anno si eseguono operazioni per l’asportazione dei tumori maligno che interessano prevalentemente il cavo orale con il coinvolgimento delle ossa facciali.

L'ultimo caso è quello di un paziente di 88 anni, che ora si trova a casa in buono stato di salute, con le fondamentali funzioni di masticazione e deglutizione recuperate. Il tumore si era sviluppato a carico della mascella superiore sinistra e si estendeva fino alla guancia, con una metastasi nella regione mandibolare e infiltrazione tumorale della mandibola.

L’intervento è stato realizzato in equipe: prima sono stati i chirurghi di Otorinolaringoiatria ad asportare il tumore e la metastasi, poi si è proceduto, grazie al chirurgo maxillo-facciale, alla ricostruzione del difetto mascellare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con auto rubate durante il lockdown: fermata la banda

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

  • Scavalca tre muri dopo il furto: fuga spericolata, ma braccato e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento