rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Salute Casarano

Nuovo prelievo multiorgano al “Ferrari” di Casarano: donati reni e cornee

Eseguito nella serata di ieri dopo la morte di un uomo di 50 anni per una emorragia cerebrale. Gli organi consegnati a Palermo e alla Banca degli Occhi del Veneto

CASARANO - Dopo aver accertato la morte celebrale e ottenuto il generoso consenso da parte dei familiari è stato eseguito con successo, nella serata di ieri, presso l'ospedale “Ferrari” di Casarano, un prelievo multi organo che consentirà di alimentare altre vite umane. Sono stati infatti prelevati i reni e le cornee di un uomo di 50anni deceduto purtroppo per una emorragia cerebrale.

L’equipe sanitaria ha visto accolta la proposta fatta ai familiari di donare gli organi del proprio congiunto con sommo ringraziamento da parte della Asl. Per la valutazione e la diagnosi sono intervenute tutte le unità operative coinvolte dell'ospedale di Casarano e l'unità operativa di Anatomia patologica del presidio ospedaliero “Vito Fazzi” di Lecce.

Il tutto si svolto con il supporto di un'équipe chirurgica del Policlinico di Bari e con il coordinamento del Centro regionale dei trapianti. I reni prelevati sono stati già inviati presso un ospedale di Palermo dove, a seguito di una ulteriore verifica per l'individuazione dei riceventi più idonei, verranno trapiantati. Le cornee invece sono state inviate alla Banca degli Occhi del Veneto.

Un gesto di generosità che, come detto, restituisce speranza ora ad altre vite e che eleva il presidio di Casarano, ancora una volta, tra i centri a maggior rilievo a livello nazionale nell'ambito del prelievo di organi. A questo riconoscimento si deve anche la presenza del dottor Giancarlo Negro, dell'unità operativa di Anestesia e Rianimazione, al Forum Risk Management di Arezzo nella sessione sul sistema dei trapianti in Italia che si svolgerà domani e curato dal Centro nazionale trapianti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo prelievo multiorgano al “Ferrari” di Casarano: donati reni e cornee

LeccePrima è in caricamento