Poliambulatorio di Martano, lavori al rallentatore: M5S chiede conto a Emiliano

Laricchia e Galante hanno firmato depositato un’interrogazione urgente: ritardi e interruzioni vanno avanti dal 2010. Chiedono risposte anche sull'installazione della risonanza magnetica

Foto di repertorio: Michele Emiliano

LECCE - Che ne è stato dei lavori di ampliamento del Poliambulatorio di Martano? Questa è la domanda posta dai consiglieri regionali M5S Antonella Laricchia e Marco Galante all'assessore alla Sanità, oltre che governatore della Puglia, Michele Emiliano.

I due hanno depositato un’interrogazione urgente, evidenziando i ritardi e le interruzioni che i lavori di potenziamento della struttura avrebbero subito dal 2010 ad oggi.

Il progetto, che nel 2012 è stato affidato dalla Asl all’Ati composta da Edilmat srl ed Electra srl, per un totale di oltre 3 miliardi di euro, prevedeva la realizzazione di nuovi servizi tra cui il reparto di radiologia, risonanza magnetica, farmacia, servizi ambulatoriali, uffici, sale riunioni, consultorio, guardia medica, archivio commissione invalidi civili, consultorio, Sert e 118.

Ad oggi - spiegano i consiglieri - non risulta installata la risonanza magnetica articolare, acquistata con fondi propri della Asl, poiché solo di recente sono stati appaltati i lavori propedeutici alla sua installazione. Da notizie di stampa, poi, sembrerebbe che non sia ancora stato eseguito il collaudo finale dell’opera, finalizzato ad attestare che i lavori siano stati eseguiti a regola d'arte”.

Nell’interrogazione si chiedono notizie sull’agibilità della struttura e se risultino attivi tutti i servizi previsti dal progetto ammesso a finanziamento e si interroga il presidente e assessore alla Sanità sull’ammontare dei costi esatti del progetto per come descritto nella relazione del 2011.

I due esponenti M5S chiedono inoltre certezze sui tempi previsti per l’installazione ed il successivo funzionamento della risonanza magnetica.

Ricordiamo anche che nel marzo del 2018 - incalzano i consiglieri - la Commissione per la legalità e la trasparenza dei contratti pubblici della Asl di Lecce veniva smantellata, fatto di cui abbiamo chiesto conto sempre a Emiliano mesi fa quando chiedevamo anche la relazione finale della commissione stessa. Risposte che, come spesso accade, non sono mai arrivate.  Non appena il governatore avrà un minuto per la Puglia, potrà certamente accertarsi di quanto sta accadendo e individuare le responsabilità per il ritardo nell’esecuzione dei lavori. Nel frattempo purtroppo i cittadini della zona continueranno ad aspettare”.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento