Lunedì, 20 Settembre 2021
Salute

Prelievo multiorgano al "Vito Fazzi": speranza accesa in Sicilia e a Bari

Nella notte il decesso di una donna di 70 anni colpita da emorragia cerebrale. La famiglia ha dato il consenso per la donazione di fegato e reni

LECCE – Un intervento per il prelievo di fegato e reni è stato portato a termine al “Vito Fazzi” di Lecce dalla locale equipe chirurgica e dagli specialisti arrivati da Bari. Il primo organo è stato destinato al Centro trapianti della Sicilia, i secondi sono stati trasportati verso il capoluogo regionale.

Così, il dolore di una famiglia per la scomparsa di una donna di 70 anni, colpita da una grave emorragia cerebrale e deceduta nella notte nel reparto di Rianimazione, è stato lenito con un gesto di altruismo che alimenta la speranza di altre persone. Una volta constatata la morte e ottenuto il consenso alla donazione, è stata attivata la complessa procedura prevista in questi casi.

Per prima cosa è stato completato l’accertamento di morte cerebrale, poi sono state condotte le verifiche per la fattibilità del prelievo. Il terzo passaggio è stato l’individuazione della compatibilità degli organi. La Asl di Lecce ha espresso pubblicamente il ringraziamento alla famiglia delle donna deceduta,  esempio di senso civico e generosità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prelievo multiorgano al "Vito Fazzi": speranza accesa in Sicilia e a Bari

LeccePrima è in caricamento