Martedì, 16 Luglio 2024
Salute

TerrAria, a Lecce cura del verde e orticoltura per stimolare i pazienti psichiatrici

Un progetto destinato agli ospiti di “Villa Libertini” del Dipartimento di salute mentale, nell’ex Opis. Previste anche tecniche di cromoterapia

LECCE – Tecniche di cura del verde e di orticoltura per stimolare la creatività nella Comunità riabilitativa assistenziale psichiatrica. È stato presentato nelle scorse ore il progetto TerrAria, che coinvolgerà gli ospiti di “Villa Libertini” del Dipartimento di salute mentale, nell’ex Opis di Lecce.

L’iniziativa, oltre all’insegnamento delle nozioni di botanica, farà leva anche sulla tecnica della “cromoterapia” per invogliare all’arte gli utenti della Crap. In un contesto apparentemente ludico, si giocherà infatti con i colori per stimolare emozioni nelle persone coinvolte, aiutandole a ritrovare un equilibrio funzionale e uno stato generale di benessere psicologico e fisico. Così, gli ospiti di “Villa Libertini” insieme agli utenti del Centro diurno, assistiti da operatori esperti in tecniche riabilitative, hanno intrapreso un percorso esperienziale che favorisce relazioni, promuove differenti collaborazioni, stimola il piacere di riscoprire l’attenzione per la natura e i suoi cicli stagionali, il rispetto e la cura per l’ambiente.

Il tutto valorizzato e arricchito da piccole creazioni realizzate dagli utenti con materiali di riciclo. “Il nostro Dipartimento di salute mentale è all’avanguardia in diversi progetti di riabilitazione e di cura. TerrAria è un progetto composito che associa percorsi clinici ad arte, cultura e agricoltura. Filo rosso l’amore per la bellezza, la destigmatizzazione del disagio mentale e la cura del fattore umano” ha commentato il direttore generale Stefano Rossi.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TerrAria, a Lecce cura del verde e orticoltura per stimolare i pazienti psichiatrici
LeccePrima è in caricamento