rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Rassicurazione dalla direzione della Asl / Gallipoli

“Sacro Cuore verrà potenziato”. In commissione Sanità i nodi dell’ospedale di Gallipoli

Importanti sviluppi nell’audizione in Regione promossa dal consigliere Metallo. Nuove strumentazioni digitali quali Tac, risonanza magnetica e angiografi. Entro l’anno le nomine dei nuovi primari e sale operatorie efficienti

GALLIPOLI - Arrivano buone nuove per il miglioramento e il definitivo rilancio dell?ospedale di Gallipoli a seguito del confronto che si è svolto questa mattina nell?ambito della commissione Sanità della Regione.

?L?ospedale Sacro cuore di Gesù di Gallipoli verrà ulteriormente potenziato? annuncia il consigliere regionale del Pd, Donato Metallo, che ha promosso l?audizione odierna della commissione dopo le sollecitazioni giunte dal segretario cittadino dei Dem di Gallipoli, Tony Piteo, del sindaco Stefano Minerva e dell?amministrazione comunale e anche del presidente dell?associazione ?Sacro Cuore di Gesù?, Giacinto Scigliuzzo.

Nel corso dell?incontro sono stati ascoltati, insieme ai referenti delle sigle sindacali, anche il direttore generale della Asl di Lecce, Rodolfo Rollo, il direttore sanitario dell?ospedale gallipolino,  Elio Catamo, e i responsabili degli uffici regionali. Diversi gli aspetti riscontrati durante la seduta e sui quali si è cercato di dare contezza e prospettiva di azione.

In primo luogo è stato chiarito chj l?ospedale di Gallipoli sarà progetto pilota per la digitalizzazione dei servizi con un investimento di due milioni di euro rivenienti dal Pnrr. E sempre con fondi del piano nazionale saranno acquistati una nuova Tac a 128 strati, telecomandati digitali, e un agiografo.

Impegno congiunto è stato quello di dotare con altri fondi, ognuno degli ospedali di primo livello, di Risonanza magnetica di ultima generazione. ?Si stanno individuando nuovi spazi e fondi per migliorare i servizi legati alla dialisi e alla camera iperbarica, che significano qualità della vita e sanità di alto livello per chiunque ne abbia necessità sul territorio? ha spiegato Donato Metallo, ?fondi regionali già impegnati consentiranno anche il completamento delle sale operatorie, e di questo ringraziamo la dottoressa Caroli. Verranno nominati i direttori mancanti entro l?anno, attivato il servizio di sterilizzazione in loco di cui si attende il preventivo prima di procedere all?affidamento dei lavori?.

?Ogni ospedale salentino merita di esprimere a pieno il proprio potenziale? ha aggiunto il consigliere salentino, ?e mi metto a disposizione per fare in modo che tutte le risorse possibili siano investite al meglio. Oggi è stato il turno di Gallipoli, e ringrazio il direttore generale della Asl di Lecce e gli uffici del dipartimento salute regionali per ciò che fanno e potranno fare?.

Soddisfazione di Piteo e Metallo

"Sono particolarmente soddisfatto dei lavori della Commissione che ci confortano sulla possibilità di arricchire, in un futuro prossimo, il nostro nosocomio di importanti contenuti, sia sotto l'aspetto strutturale che in relazione alle professionalità da impegnare? precisa il segretario del Partito Democratico di Gallipoli, Tony Piteo, ?ringrazio in modo particolare il consigliere regionale Metallo per la sensibilità dimostrata nel cogliere puntualmente le richieste di attenzione che gli poniamo e per la determinazione che usa nel portare al centro del dibattito politico-amministrativo regionale le problematiche del nostro territorio?.

?Questo è solo uno dei tanti passi necessari per migliorare il servizio di Sanità di territorio determinante per tutto il Salento. Ogni nodo della rete deve esprimere al meglio la propria potenzialità, e in questo l?ospedale di Gallipoli può e deve svolgere un ruolo importantissimo. Oggi sappiamo che ciò può accadere, accadrà. Continueremo a vigilare affinché accada nei tempi brevi che Gallipoli merita? concludono Metallo e Piteo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sacro Cuore verrà potenziato”. In commissione Sanità i nodi dell’ospedale di Gallipoli

LeccePrima è in caricamento