rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Salute

Sanità Puglia, Mesto (Ugl): “Finalmente passi in avanti su applicazione del Ccnl Aiop-Aris”

La Ugl Salute ha preso parte oggi all’incontro con la Regione Puglia per confrontarsi sul tema delle strutture di riabilitazione ex art. 26

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

La Ugl Salute ha preso parte oggi all’incontro con la Regione Puglia per confrontarsi sul tema delle strutture di riabilitazione ex art. 26. “È stato prospettato – dichiara Giuseppe Mesto, Segretario Regionale della Ugl Salute – un incremento del 7% delle tariffe, su base annua, per circa 8 milioni e 200mila euro in totale. Per le strutture che applicano il contratto Aiop sanità privata sarà previsto un ulteriore aumento del tetto di spesa di circa il 5% in aggiunta al 7%.

Tutto questo potrebbe essere propedeutico all’applicazione del rinnovato contratto Aiop-Aris della sanità privata con l’auspicio che anche le aziende che hanno deciso unilateralmente il cambio con l’utilizzo di altri Ccnl nazionali penalizzanti a livello economico e normativo per i lavoratori, tornino sui loro passi. È arrivato il momento di riconoscere agli operatori sanitari quanto loro da troppo tempo dovuto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità Puglia, Mesto (Ugl): “Finalmente passi in avanti su applicazione del Ccnl Aiop-Aris”

LeccePrima è in caricamento