Servizio civile 2019, Asl di Lecce raddoppia il numero dei giovani volontari

Saranno 47 i giovani cittadini salentini che potranno prestare servizio per un anno, per 430 euro mensili, negli uffici dell’Azienda sanitaria

Foto di repertorio.

LECCE –La sanità più vicina al cittadino. L’Azienda sanitaria locale di Lecce “raddoppia” il servizio civile. Dopo i 25 volontari impiegati quest’anno, con il nuovo progetto saranno 47 i giovani tra i 18 e i 28 anni da selezionare per essere “Al servizio del cittadino”, così come recita il titolo del progetto.

Quello della Asl salentina è infatti entrato nella graduatoria dei 200 progetti valutati positivamente, con l'attribuzione di merito di 71 punti, grazie al quale si colloca al 21esimo posto. A breve, dopo il rilascio del nulla-osta da parte del Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale, sarà pubblicato l'elenco dei progetti ammessi a finanziamento per l’anno 2019. Seguirà l’iter previsto per la selezione dei volontari che, per un anno e 430 euro mensili, presteranno servizio presso la Asl.  

Il nuovo progetto si pone sostanzialmente in continuità con quello in corso, orientato all’accoglienza e accompagnamento degli utenti nei percorsi assistenziali dei Distretti socio sanitari, puntando ancora più sul rapporto della sanità con le persone. Per centrare l’obiettivo di costruire una Sanità più vicina ai bisogni e più facile da “usare”, i volontari dovranno diventare dei veri e propri “facilitatori”, con un occhio di riguardo ai cittadini più fragili come gli anziani e i disabili ed essere sempre pronti ad offrire un aiuto o un sostegno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Saranno, insomma, i “volti amici” a cui rivolgersi per avere informazioni, punti di riferimento per poter fruire più agevolmente delle prestazioni sanitarie, ma anche capaci di promuovere l’uso dei servizi digitali dell’Azienda sanitaria, cercando così di colmare il divario tra la varietà di strumenti esistenti e il loro utilizzo. L’ampliamento del numero dei volontari è quindi funzionale alla possibilità di allargare le strutture sanitarie coinvolte: oltre ai dieci distretti, saranno interessati i sei ospedali, la Direzione generale e l’Ufficio relazioni con il pubblico. Praticamente un volontario in ogni luogo della sanità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento