Lunedì, 20 Settembre 2021
Salute

Stabilizzati otto Oss: la Asl di Lecce rispetta la sentenza del giudice del lavoro

Gli operatori avevano presentato ricorso, assistiti da Quinto, sulla base di quanto disposto dalla legge Madia. La direzione si riserva di adottare successivi provvedimenti per stabilizzare l’ulteriore personale avente diritto

Foto di repertorio

LECCE – Gli 8 operatori sociosanitari, che avevano presentato ricorso al giudice del lavoro, entreranno di diritto nella Asl. La direzione di via Miglietta ha infatti dato seguito a quanto ha disposto dal tribunale rispetto alla procedura di stabilizzazione.

Adottando un provvedimento d’urgenza, infatti, il giudice della sezione Lavoro di Lecce aveva accolto il ricorso presentato dall'avvocato Pietro Quinto, ordinando ai vertici di via Miglietta di stabilizzare il rapporto di lavoro con gli Oss ricorrenti.

Ciò in ossequio di quanto disposto dalla legge Madia che prevede che le pubbliche amministrazioni, per superare il precariato, assumano a tempo indeterminato il personale che ha raggiunto i requisiti di anzianità (36 mesi) previsti dalla stessa norma.

L’Asl, ricorda il legale, aveva avviato le procedure di stabilizzazione acquisendo i titoli posseduti dagli aventi diritto e, tuttavia, “aveva interrotto la procedura senza alcuna giustificazione”.

“Il principio di diritto riconosciuto dal giudice – prosegue Quinto – è che, una volta intrapreso un procedimento negoziale, l’amministrazione ha il dovere di concluderlo a fronte di una legittima aspettativa di coloro che hanno partecipato al procedimento”.

L'Asl ha quindi adottato la delibera di stabilizzazione degli 8 ricorrenti, riservando di adottare successivi provvedimenti per stabilizzare anche l’ulteriore personale avente diritto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilizzati otto Oss: la Asl di Lecce rispetta la sentenza del giudice del lavoro

LeccePrima è in caricamento