menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei momenti della sottoscrizione del protocollo.

Uno dei momenti della sottoscrizione del protocollo.

Industria culturale e creativa: Unisalento guarda a Oriente e sigla accordo con la Cina

Firmato protocollo tra l’ateneo salentino e l’Huaiyin Institute of technology di Huai’an, a Nord di Shanghai. Tra gli obiettivi scambi tra studenti e l’avvio di progetti fra i due Paesi

LECCE – L’Università del Salento guarda a Oriente e firma un accordo con la Cina per l’internazionalizzazione della didattica e della ricerca. Firmato questa mattina un accordo di cooperazione tra Università del Salento e Huaiyin Institute of technology.  L’accordo si propone di promuovere esperienze interculturali tra giovani studenti incoraggiandone l’incontro e, appena possibile, la mobilità, attraverso progetti, incontri di studio e conferenze congiunte, finalizzati a valorizzare il connubio tra cultura, patrimonio locale, innovazione e nuove tecnologie nell’esplorazione di nuovi modelli di sviluppo post-industriale, orientati e guidati dalla sostenibilità, in tutte le sue accezioni.

A sottoscrivere il protocollo il rettore Fabio Pollice e il presidente dell’Istituto Sun Aiwu, alla presenza – per la parte italiana - della delegata alla Proiezione internazionale Rosita D’Amora, del direttore del Dipartimento di Beni Culturali Raffaele Casciaro, del responsabile del Programma di cooperazione con la Cina Claudio Petti, del responsabile scientifico dell’accordo Ferdinando Spina e del responsabile della segreteria dell’accordo Cosimo Alessandro Quarta del Dipartimento di Storia, società e studi sull’Uomo. Primo focus dell’accordo sarà l’“industria culturale e creativa”, con il lancio di una serie di iniziative di scambio – inizialmente virtuali – che vedranno il coinvolgimento di studenti impegnati in corsi e seminari interdisciplinari e interculturali, e di docenti e ricercatori dei due Atenei che, coinvolgendo le rispettive reti di partenariato, daranno luogo a una serie di workshop finalizzati allo sviluppo di temi di ricerca di comune interesse.accordoUniSalentoHauiyin_dic2020_RettorePollice-2

Le relazioni con il Huaiyin Institute of Technology sono iniziate nell’estate 2018 con la visita di una delegazione dell’istituto cinese, che ha sede nella città di Huai’an, a Nord di Shanghai. In quell’occasione è stato siglato un primo accordo quadro, cui sono seguite altre due visite sia di parte italiana che cinese, diversi seminari e la partecipazione di 22 studenti dell’Ateno salentino a uno scambio culturale e formativo ospitato dal Huaiyin Insitute of Technology. La pandemia non ha fermato la collaborazione: i due Rettori hanno inteso rinsaldarla con questo accordo di lungo termine (cinque anni), che fa propria l’importanza attribuita agli scambi reciproci “da popolo a popolo” e al ruolo della cultura sanciti nel comunicato congiunto tra la Repubblica Italiana e la Repubblica Popolare Cinese sul rafforzamento del partenariato strategico globale tra Italia e Cina del marzo 2019. “Ogni lungo viaggio comincia con un primo passo”, commenta il Rrettore Pollice, «”oi con gli amici del Huaiyin Institute of Technology di passi ne abbiamo già fatti diversi e tutti significativi, tanto da farmi essere certo che andremo assai lontano, costruendo una collaborazione di cui non beneficeranno solo i nostri due Atenei, ma anche i nostri territori, rafforzando il legame di amicizia che unisce i nostri due popoli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento