Aiuti per le tasse e un bando per gli studenti in difficoltà: Link interpella la Regione

L'assessore al ramo Leo ha mostrato apertura sui problemi manifestati dagli universitari, anche riguardo al servizio di mensa e a quello di trasporto pubblico non sfruttato, eppure già pagato tramite abbonamenti

Foto di repertorio: l'assessore Leo

LECCE - Un sostegno economico agli studenti le cui famiglie si trovano in difficoltà, a causa dell'emergenza coronavirus che ha già fatto saltare troppi posti di lavoro.

È questa la principale richiesta portata al tavolo che l'assessore regionale al ramo, Sebastiano Leo, ha convocato questa mattina: erano presenti i rappresentanti della Regione Puglia, degli atenei pugliesi, dell'agenzia per il diritto allo studio (Adisu) e i ragazzi dell'associazione Link.

La Regione ha assunto alcuni impegni di fronte ai problemi rappresentati dai ragazzi, ma Link giudica queste intenzioni comunque “insufficienti per tutelare l'intera platea degli studenti colpiti”.

L'associazione, tanto per cominciare, ha chiesto la pubblicazione di un bando per erogare contributi straordinari destinati a tutti gli studenti che hanno subito una contrazione del reddito, ma che non rientrano nella categoria dei borsisti.

In più, secondo la rappresentante in Cda di Link, Eleonora Serafino, si rende necessario un aiuto per sostenere il pagamento degli affitti per chi ha sottoscritto un contratto di locazione.

“A questo abbiamo aggiunto l’esenzione dal pagamento della seconda e della terza rata delle tasse universitarie e un contributo per acquisto di device tecnologici, connessione internet e materiale didattico: la Regione però ci ha offerto garanzie solo sull'ultima proposta”, ha precisato Serafino.

Per gli studenti idonei beneficiari del bando "benefici e servizi 2019/20", Link ha chiesto una misura speciale: la monetizzazione della quota dei pasti residui come compensazione della fruizione limitata del servizio mensa.

Del servizio mensa, infatti, sebbene sia ancora formalmente attivo, non può beneficiare praticamente nessun avente diritto a causa del divieto di circolazione introdotto dal governo. 

Altre iniziative riguardano anche gli abbonamenti per i mezzi di trasporto pubblico: “Abbiamo agli enti gestori di congelarli così da poterli poi riutilizzare nei prossimi mesi: l'obiettivo è quello di non perdere i soldi già spesi dagli studenti” ha dichiarato Torquato Gagliani di Link.

La proposta è stata condivisa e accolta dalla Regione Puglia che si è impegnata a sciogliere questo nodo.

Rispetto alla richiesta di rimodulare i crediti per la domanda di borsa di studio, sarà necessaria una delibera regionale per modificare la scadenza dei requisiti di merito.

“Auspichiamo un intervento tempestivo perché non tutti gli studenti sono stati messi subito nelle condizioni di sostenere gli esami in modalità telematica o di reperire il materiale didattico, causando un rallentamento del percorso universitario”, hanno commentato gli esponenti dell'associazione.

L'ultimo suggerimento all'assessore Leo è stato quello di creare un portale, in condivisione tra gli Atenei e Afam della Regione, per rendere disponibili manuali e altro materiale didattico da affiancare ai servizi bibliotecari delle università.

“Gli studenti, provati dai cambiamenti economici generati dalla pandemia, possono incontrare serie difficoltà anche nell’acquisto del materiale didattico necessario per svolgere prove d’esame – hanno denunciato i ragazzi -. La Regione si è fatta carico di studiare delle misure concrete per fronteggiare la situazione. Noi continueremo la nostra interlocuzione con le istituzioni affinché nessuno studente rimanga indietro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento