menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repeprtorio.

Foto di repeprtorio.

Cento notebook per la Dad: pubblicato l’avviso per le famiglie leccesi

Le domande su albo pretorio e sito del Comune di Lecce, I dispositivi per gli alunni provenienti da famiglie con redditi entro i 10mila euro

LECCE – Pronti cento notebook per la didattica a distanza. Disponibili per le famiglie leccesi, come ha fatto sapere l’assessorato alla Pubblica Istruzione del Palazzo Carafa, i dispositivi si potranno ottenere tramite il bando pubblicato su albo pretorio e sito del Comune di Lece. Potranno farne richiesta le famiglie che alla data della pubblicazione dell’avviso risultino residenti nel capoluogo salentini e che abbiano nel proprio nucleo familiare alunni che frequentano gli istituti primari, secondarie di primo e secondi grado nell'anno scolastico 2020/2021, e il cui reddito familiare non sia superiore a 10mila euro.  La richiesta dovrà essere presentata utilizzando il modulo disponibile per il download sul sito istituzionale.

Una volta compilato, dovrà essere inviato tramite email pec al seguente indirizzo: protocollo@pec.comune.lecce.it entro e non oltre le 13 del primo febbraio . Nell’oggetto della Pec dovrà essere riportato a pena di esclusione la seguente dicitura: “Distribuzione a titolo di proprietà di notebook”. Nel caso di numero di richieste superiore alla possibilità, sarà stilata una graduatoria dando priorità alla famiglie con minori disabili e a quelle con il maggior numero di figli a carico. Inoltre, non  saranno ammesse le domande di nuclei familiari che hanno già beneficiato dell’assegnazione di un notebook con i precedenti bandi.

Dopo i primi due bandi, il Comune continua a sostenere con questo terzo intervento i bambini e i ragazzi che rischiano di essere penalizzati dalla didattica a distanza, perdendo contatto con la scuola e i compagni – dichiara l’assessore alla Pubblica istruzione Fabiana Cicirillo – è molto importante per noi essere presenti con un sostegno concreto in quelle famiglie più o meno numerose che si trovano in difficoltà di fronte all’esigenza di garantire ai propri figli un computer attraverso il quale seguire le lezioni, consultare il registro elettronico, partecipare alle attività scolastiche”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento