"Bonus Covid per tutti gli studenti in difficoltà": l'appello di Udu all'Adisu

Non tutti potranno beneficiare dei 500 euro utili ad acquistare strumenti informatici. Il sindacato ritiene che le misure economiche di sostegno vadano estese: "Una distinzione non ragionevole"

Foto di repertorio: al centro l'assessore Sebastiano Leo

LECCE – Il bonus Covid-19 è stato erogato, ed è in via di erogazione per tutti gli studenti di UniSalento che sono già beneficiari di borsa di studio. L'assegno di 500 euro servirà ad acquistare strumenti informatici e attivare connessioni di rete per garantire il proseguio delle attività didattiche a distanza, secondo il modello sperimentato nei mesi di lockdown.

L'ipotesi di proseguire anche da settembre in poi con una "modalità mista”, conservando la teledidattica ed aprendo le porte in presenza fisica solo laddove potranno essere garantite le distanze interpersonali di sicurezza, diventa del resto sempre più concreta.

Gli universitari, però, chiedono di più all'Agenzia regionale per il diritto allo studio. L'ente finora ha finanziato misure di sostegno agli studenti con Isee uguale o inferiore ai 12 mila euro. Tuttavia il bonus è destinato solo ai ragazzi in possesso dei requisiti di merito previsti dal bando Adisu 2019-2020.

Così facendo, sono tagliati fuori sia i borsisti con Isee superiore ai 12 mila euro, sia gli studenti in possesso dei requisiti di reddito ma non di merito, ugualmente colpiti dall’emergenza.

“Una situazione eccezionale, qual è stata l’emergenza sanitaria dei mesi passati, non può tralasciare gli studenti schiacciati dalla crisi che ancora attanaglia le famiglie” ammonisce Lorenzo D’Amico, portavoce del sindacato Studenti indipendenti- Udu Lecce.

Critica anche la posizione di Benedetta Abate, rappresentante della residenza universitaria Ennio De Giorgi: “Sostenere solo chi è in possesso dei requisiti di merito significa operare una distinzione non ragionevole. Rischiamo che, in mancanza di aiuti, qualcuno possa rinunciare a proseguire gli studi”.

Per questo il sindacato Udu ha chiesto ad Adisu e all'assessore al ramo Sebastiano Leo di estendere il bonus a quanti si trovino in condizioni di comprovata difficoltà economica, in conseguenza di un evento eccezionale.

Fa parte della proposta anche la richiesta di rimodulazione dei crediti formativi necessari per accedere ai benefici per gli idonei iscritti ai primi anni, nonché l’istituzione di bonus extra per quanti presenteranno domanda per il prossimo anno accademico.

“Ci auguriamo che Leo possa accogliere le nostre istanze e che il prossimo anno possa ripartire all’insegna dell’ascolto reale e tempestivo delle esigenze degli studenti. È  inaccettabile che, nel bel mezzo di una pandemia mondiale, si possa accettare il rischio che siano recise le ali ai percorsi formativi dei giovani universitari” conclude D’Amico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento