Giovedì, 24 Giugno 2021
Scuola

Borse di studio per gli universitari: raggiunta finalmente la copertura totale

Fino a ieri 2 studenti su 10 erano tagliati fuori. Soddisfatta l'associazione Link che, però, lamenta tempi troppo lunghi per l'erogazione: "Questa è una piaga del sistema"

LECCE – La copertura delle borse di studio universitaria ha raggiunto finalmente il 100 percento. Fino al mese di maggio, infatti, 2 studenti su 10 risultavano idonei, ma non beneficiari. Oggi è arrivata, invece, una buona notizia per tutti: è stato finalmente pubblicato lo scorrimento delle graduatorie Adisu per l’assegnazione, relativamente all’anno 2017/18.

“Ci siamo attivati sin dall’inizio dell’anno per raggiungere quest’obiettivo, denunciando innanzitutto la mancanza di risorse - spiegano i referenti delle associazioni Link e Rete della conoscenza -. Per questo motivo, abbiamo anche chiesto di usare una parte del Fondo sociale europeo a disposizione della Puglia”.

Eleonora Serafino, responsabile del diritto allo studio per Link, lamenta però tempi di erogazione ancora tardivi. “Non possiamo non considerare il ritardo con il quale sono arrivate le risorse statali, motivo per il quale ad aprile Lik - Coordinamento Universitario ha presentato una mozione in Consiglio nazionale degli studenti universitari per chiedere spiegazioni e sollecitare l’erogazione – precisa lei -: i tempi lunghi sono ormai una piaga strutturale e cronica del sistema, che mette a serio rischio il diritto allo studio, considerato che la Regione non eroga tutte le borse prima di avere i fondi statali”.

“Le matricole devono attendere 3 mesi dopo il raggiungimento dei 20 Cfu, cosa che nella maggior parte dei casi avviene solo a fine anno a causa dell’organizzazione degli appelli nei diversi corsi di laure”, puntualizza Serafino”.

Questa, però, non è l’unica criticità rilevata dall’associazione: “Chiediamo anche di applicare le norme nazionali e prevedere l’accesso al diritto allo studio per gli studenti impegnati nei percorsi per i 24 crediti per l’insegnamento e una soluzione affinché gli studenti non siano penalizzati nel conseguimento dei crediti utili per la domanda di borsa di studio, a causa dello sciopero di un appello durante la prossima sessione estiva”, aggiunge Enrico Pulieri, consigliere d’amministrazione in Adisu.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse di studio per gli universitari: raggiunta finalmente la copertura totale

LeccePrima è in caricamento