rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Scuola Copertino

Innovativo e green: campus scolastico di Copertino, ecco come sarà la struttura

Avviati oggi ufficialmente i lavori, finanziati dalla Provincia con fondi del Pnrr, per un costo di 21 milioni e 650mila di euro. Sarà integrato all'istituto “Vittorio Bachelet” e al liceo “Don Tonino Bello”

COPERTINO – Alla presenza del presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, che ha posato la simbolica prima pietra, si è dato oggi ufficialmente il via ai lavori per la realizzazione del Campus scolastico di Copertino, plesso che interessa l’istituto superiore “Vittorio Bachelet” e il liceo “Don Tonino Bello”. Si tratta di una struttura che contribuisce alla riorganizzazione scolastica del territorio, per un investimento pari a 21 milioni e 650mila di euro, fondi erogati dalla Provincia di Lecce con risorse del Pnrr.

L’opera sarà messa in atto per stralci funzionali, quattro in tutto e connessi tra loro: sedici aule e spogliatoi della palestra; corpo palestra; ulteriori sedici aule, uffici e biblioteca; mensa.

Il primo stralcio, come detto, prevede la realizzazione di sedici aule e degli spogliatoi della palestra, per una superficie di 1.754,13 metri quadrati e un importo complessivo di 6 milioni e 600 mila euro. Per i restanti stralci funzionali, Eutecne Srl di Perugia ha prodotto un progetto definitivo che prevede la realizzazione del corpo palestra, per 2 milioni 650 mila euro, di ulteriori sedici aule, uffici e biblioteca, per 9 milioni e 430mila euro, e della mensa scolastica, per 2 milioni e 970 mila euro.

Il progetto è frutto di un concept innovativo e green. Gli interni saranno composti da ambienti formali e informali che, integrandosi fra loro, formeranno uno spazio continuo, garantendo inclusività e accessibilità verso tutte le tipologie di utenza. La configurazione funzionale è stata studiata per rispondere non solo alle attività di tipo scolastico, ma anche per rappresentare uno strumento di impatto socio-culturale dove l’architettura stessa è veicolo di comunicazione e di conoscenza.

La posa della prima pieta

L’utilizzo del campus, spiegano i progettisti, potrà essere così a tempo pieno secondo gli standard europei, ispirandosi a un modello innovativo e più efficace di didattica integrata ed estesa a momenti più ampi della vita degli studenti, quali lo sport, lo svago e la socializzazione, nonché incrementando la qualità e la fruizione da parte dell’intera comunità di tutta l’area scolastica.

Gli esterni saranno poi valorizzati da un’ampia area con vari blocchi funzionali che si disporranno ad arco attorno a una grande corte, dove spazi verdi e attrezzati per lo sport andranno a integrare l’offerta formativa degli istituti esistenti, a cui la nuova struttura è collegata in modo diretto e funzionale.

Il complesso è stato progettato nel rispetto dei Criteri minimi ambientali (Cam) e del principio di “non arrecare un danno significativo all’ambiente” (Dnsh), secondo la metodologia del Life Cicle Assestment. Esso soddisfa il requisito di edificio Nzeb +20 per cento, ovvero con prestazioni energetiche e ambientali di altissimo livello, garantendo il comfort degli spazi interni in termini di benessere acustico, termico e visivo.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Innovativo e green: campus scolastico di Copertino, ecco come sarà la struttura

LeccePrima è in caricamento