UniSalento, tutti i nomi della squadra del nuovo rettore Fabio Pollice

Sono ventitré fra ordinari, docenti e ricercatori. Definiti i singoli ruoli, nei prossimi giorni la presentazione ufficiale e il programma. Un gruppo si occuperà del Piano per il Sud. Il suggestivo motto: "Ateneo tra i due mari"

LECCE - Una prorettrice, venti delegati e tre componenti di un gruppo dedicato al Piano per il Sud. All’atto del suo insediamento ufficiale come nuovo rettore dell’Università del Salento, Fabio Pollice ha formato la squadra di governo che lo affiancherà in questa nuova avventura, in qualità di successore di Vincenzo Zara. Sono ventitré, in tutto, i nomi, per ventiquattro posizioni. Maria Antonietta Aiello, infatti, oltre a far parte dei delegati, rientra anche nel gruppo per il Piano.    

La presentazione ufficiale avverrà nei prossimi giorni, quando inizierà a delinearsi meglio anche il programma generale, ma lo stesso Pollice ha già dato anticipazione sui nomi di chi lo affiancherà. Il tutto, nel segno di un’idea che il nuovo rettore vuole portare avanti, sintetizzata nel motto “Ateneo tra i due mari” in cui chiara è l’intenzione di caratterizzare UniSalento per “legarla ancor di più alla sua posizione geografica e alla sua storia”, come spiegato dallo stesso Pollice in una comunicazione interna. Il quale, non a caso, è ordinario di Geografia economico-politica e direttore del Dipartimento di storia, società e studi sull’uomo e quindi sembra voler portare parte del suo background, quantomeno a livello d’identità con cui forgiare il nuovo corso dell’ateneo.

Come prorettrice vicaria, è stata nominata Manolita Francesca, ordinaria di Diritto privato. Delegati sono: alla ricerca, Alessandro Sannino, docente di Scienza e tecnologia dei materiali; all’offerta formativa, Attilio Pisanò, docente di Filosofia del diritto; alla valorizzazione del territorio, Manuela De Giorgi, ricercatrice di Storia dell’arte medievale; alle risorse umane, Rossano Ivan Adorno, docente di Diritto processuale penale; alla proiezione internazionale, Rosita D’Amora, docente di Armenistica, Caucasologia, Mongolistica e Turcologia.

Ancora: al diritto allo studio, Giuseppe Gioffredi, ricercatore di Diritto internazionale; ai rapporti con imprese e partecipate, Valeria Stefanelli, ricercatrice di Economia degli intermediari finanziari; alle politiche di genere, Anna Maria Cherubini, ricercatrice di Fisica e matematica; alle politiche di integrazione, Flavia Lecciso, ricercatrice di Psicologia dello sviluppo e Psicologia dell’educazione; al bilancio e alle politiche finanziarie, Giuseppe Grassi, docente di elettrotecnica; alla comunicazione, Stefano Cristante, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi.

E poi: al patrimonio edilizio e alla sicurezza, Maria Antonietta Aiello, ordinaria di Tecnica delle costruzioni; al patrimonio bibliotecario, Paola Davoli, docente di Egittologia e Civiltà copta; alle tecnologie digitali, Luigi Patrono, ricercatore di Sistemi di elaborazione delle informazioni; all’orientamento in entrata e in uscita, Amedeo Maizza, ordinario di Economia e gestione delle imprese; alla gestione degli spazi e degli eventi, Luisa Siculella, docente di Biologia molecolare; agli affari legali, Francesco Tuccari, docente di Diritto amministrativo; all’attuazione del piano strategico, Claudia Sunna, ricercatrice di Storia del pensiero economico; alla performance di ateneo, Andrea Ventura, ricercatore di Fisica nucleare e subnucleare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiudono i tre nominati per supportare il “Piano per il Sud”: Pier Luigi Portaluri, docente di diritto amministrativo; Gianpaolo Ghiani, ordinario di Ricerca operativa e la già citata Maria Antonietta Aiello (che è anche delegata). Rispetto alla squadra che formò a suo tempo Zara, rimane fra i delegati Amedeo Maizza anche con Pollice. Cambia tuttavia il ruolo. Nella precedente esperienza era stato delegato ai rapporti con il territorio, ora si occuperò di orientamento.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Dall’epidemiologo “supposte di realismo”: al Sud a rischio il 99 per cento dei cittadini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento