rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Scuola

Ministra, l'università dove l'ha Messa?

La protesta di Udu: "Siamo stanchi di essere tagliati fuori dal dibattito pubblico e politico"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Venerdì 22 ottobre 2021 la Ministra dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa si reca in visita all’Università del Salento per incontrare alcune ristrette delegazioni delle varie componenti della comunità accademica presso il Centro Congressi del Campus Ecotekne. L’obiettivo della visita dovrebbe essere “presentare il nostro Ateneo, la nostra strategia e i progetti a cui stiamo lavorando per dare concreta realizzazione a quanto previsto dal PNRR” come dichiara il Magnifico Rettore Fabio Pollice.

La Ministra Messa, dal canto suo, ha già avuto modo di ribadire l’ordine di priorità che la commissione si è data nell’affrontare tutti i punti strategici individuati nel Piano. In primis finanziamento alla ricerca applicata, poi a quella di base e infine, forse, a diretto beneficio della classe studentesca. Uno schiaffo in faccia a tutti gli studenti e le studentesse, abbandonati persino durante l’emergenza pandemica. Un anno e mezzo di incertezze, false promesse e misure di sostegno col contagocce non fossero già abbastanza?

Siamo stanchi di essere tagliati fuori dal dibattito pubblico e politico, siamo stufi di dover pagare il prezzo più alto di qualsiasi crisi si verifichi nel nostro Paese. Le studentesse e gli studenti universitari non sono stati minimamente considerati, l’Università non è al centro di nessuna agenda politica. Il PNRR non si sta rivelando lo strumento del cambiamento; la strada verso la gratuità dell’Istruzione è ancora troppo lunga.

Si fa fatica a garantire un Diritto allo Studio di qualità e idoneo in ogni parte del nostro Paese, l’Assistenza Psicologica non è mai stata realmente garantita e quasi nessun Ateneo è in grado di mettere in campo azioni volte ad una reale transizione ecologica. “Il nostro Sindacato Studentesco” dichiara Giuseppe Piccinno, membro dell’esecutivo di UDU Lecce “è presente sul luogo dell’evento per manifestare il proprio dissenso e per ricordare alla Ministra che gli studenti hanno una voce e hanno diritto di essere ascoltati circa le strategie politiche da adottare nel nostro Paese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ministra, l'università dove l'ha Messa?

LeccePrima è in caricamento