Scuola

Open day al nido solidale: presentazione delle attività, dei laboratori e video

Il nido “La tribù dai piedi scalzi”, gestito dalla Cooperativa L'impronta, rappresenta un’eccellenza a livello nazionale

LECCE – Si terrà venerdì 8 giugno l’open day del nido “La tribù dai piedi scalzi”, gestito dalla Cooperativa L'impronta a Lecce. Oltre a presentare le attività dell’anno scolastico 2017/2018, al laboratorio per bambini “Incanti e meraviglia con la magia” e alla proiezione di video, l’open day sarà occasione per presentare il progetto nazionale “Servizi 0-6: passaporto per il futuro” promosso dalla Fondazione Mission Bambini in 8 regioni e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il nido “La tribù dai piedi scalzi” è infatti partner del progetto, a testimonianza dell’importanza del lavoro svolto in questi anni per assicurare la crescita ed il benessere complessivo di tanti bambini di Lecce e delle loro famiglie.

“Il nostro servizio è importante - racconta Roberta Manieri della Cooperativa L'impronta - perché le famiglie di provenienza dei bambini sono in massima parte a rischio di trasmissione intergenerazionale di povertà, a causa del basso reddito familiare. Non avere accesso ad opportunità educative di qualità rischierebbe di precludere la crescita serena e il benessere di questi bambini. Per questo li aiutiamo anche attraverso rette agevolate”.

A Lecce i soli nidi comunali non coprono le liste di attesa delle famiglie, e mancano inoltre servizi aggiuntivi che invece per molte famiglie possono fare la differenza: flessibilità oraria, estensione pomeridiana, azioni di genitorialità consapevole, interazione con i servizi socio assistenziali già presenti sul territorio. “I servizi alla prima infanzia gestiti dalla nostra cooperativa – continua Roberta Manieri – puntano proprio su questi aspetti. Inoltre abbiamo avviato delle attività molto specifiche, come ad esempio l’orto sociale curato dai nonni e dai genitori in un’ottica di trasmissione dei saperi, le visite nei musei e biblioteche della città anche in presenza di eventi culturali importanti, gli incontri all’interno dei nidi con artisti e gruppi musicali per dare accesso alle nostre tradizioni musicali. Particolare attenzione dedichiamo poi alla crescita delle donne, alla loro inclusione lavorativa quale fattore di traino nei processi di cambiamento e sostegno consapevole alla cura e crescita armonica dei bambini”.

Ora grazie al progetto nazionale “Servizi 0-6: passaporto per il futuro”, avviato da pochi mesi, il nido “La tribù dai piedi scalzi” potrà ampliare la gamma dei servizi. “Grazie al progetto sviluppato in collaborazione con Mission Bambini - conclude Roberta Manieri - rafforzeremo in particolare le iniziative per i bambini e le bambine di origine straniera, perché con le loro famiglie possano sentirsi parte importante del nostro nido che si fa comunità. La multiculturalità e l’accoglienza delle famiglie straniere sono peraltro temi su cui lavoriamo da tempo, come testimoniano le collaborazioni che abbiamo avuto con l’UNAR Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e con il Comune di Lecce. Questo ci ha permesso di diventare un punto di riferimento non solo per la città di Lecce ma per tutto l’ambito territoriale comprendente i comuni di Arnesano, Cavallino, Lequile, Lizzanello, San Cesario di Lecce, San Donato di Lecce, San Pietro in Lama, Monteroni di Lecce e Surbo”.

Il progetto nazionale di Mission Bambini, che coinvolge 12 partner tra nidi e scuole per l’infanzia in 8 regioni (Lombardia, Piemonte, Lazio, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna), ha l’obiettivo di offrire in tre anni opportunità educative di qualità ad oltre 1.500 bambini di età 0-6 anni appartenenti a famiglie in difficoltà. Grazie ai nuovi fondi sarà possibile aumentare il numero di posti disponibili, in particolare quelli riservati a famiglie in difficoltà con retta agevolata o gratuita, e verrà estesa la fascia oraria di apertura delle strutture. Ma non solo: attraverso il progetto ci si occupa anche dei genitori, per farli sentire parte di una comunità che li accompagna nella crescita dei figli, con l’obiettivo di contrastare efficacemente sia la povertà materiale sia quella educativa e la loro trasmissione di generazione in generazione. In tema di povertà minorile infatti la situazione in Italia è allarmante: secondo gli ultimi dati Istat più di 1 minore su 10 vive in povertà assoluta, pari a oltre 1,3 milioni di bambini e ragazzi. L’incidenza del fenomeno è triplicata in poco più di 10 anni. 

L’open day al nido “La tribù dai piedi scalzi” si terrà venerdì 8 giugno a Lecce in Via Petrarca 14 dalle ore 10 alle ore 18. Per ulteriori informazioni: cooperativalimpronta@gmail.com.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Open day al nido solidale: presentazione delle attività, dei laboratori e video

LeccePrima è in caricamento