rotate-mobile
La storia

A 17 anni da poco compiuti è leccese il più giovane diplomato d’Italia

Si tratta di Luigi Carratta, studente del “Galileo Costa Scarambone”, che ha compiuto gli anni a metà aprile: per lui un 100 alla maturità e un piccolo personale record legato all’età

LECCE – Ha compiuto 17 anni solo due mesi fa ma ha già ottenuto la maturità scolastica: è leccese il più giovane diplomato d’Italia. Si tratta di Luigi Carratta, studente presso il Galilei-Costa-Scarambone, che ha vissuto un percorso di studi da record. Voto finale di questo cammino personale è stato 100.

Luigi è nato il 18 aprile 2006, si è iscritto a scuola a 5 anni e, per la scuola superiore, ha scelto il percorso di Sperimentazione Quadriennale (diploma in 4 anni): questa particolare combinazione di fattori e di scelte ha fatto sì che Luigi Carratta con ogni probabilità possa essere considerato il più giovane diplomato d’Italia. L’indirizzo della sperimentazione quadriennale condotta dall’Istituto leccese ha una particolarità unica, è basato sull’articolazione ministeriale sistemi informativi aziendali ma è fortemente orientato all’auto imprenditorialità, tant’è che tutti gli studenti, a partire dai 14 sono incentivati e supportati dai docenti nell’ideazione e conduzione di micro imprese innovative, le cosiddette startup, sia orientate al business che sociali.

Il percorso non è stato caratterizzato solo dalla giovane età ma anche da tante competenze acquisite e attività concrete legate a tre diversi aspetti, la natura auto-imprenditoriale della sua scuola, l’impegno nel sociale e la ricca esperienza svolta in ambito di PCTO (ex Alternanza Scuola Lavoro). Per quanto concerne l’auto-Imprenditorialità, lo studente salentino ha co-fondato le startup giovanili Meh Agency, SalentIA e Etica Etnica ed è nel team della startup Andreban.

L’impegno nel sociale di Luigi si è estrinsecato sia nel girare l’Italia, visitando decine di scuole e incontrando migliaia di studenti, in quanto componente del team operativo del movimento giovanile anti bullismo “Mabasta” che impegnandosi nelle diverse azioni e campagne degli “ECOisti”. Per i PCTO, Luigi ha partecipato al Palio della Legalità, ha seguito i piani formativi “Youth Empowered”, “Space Camp” e “La costituzione come formazione di cittadinanza attiva”, ha svolto uno stage presso il Comune di Surbo e, infine, ha svolto 180 ore di partecipazione e formazione con il progetto nazionale “Startnet Youth”.

Luigi ha sostenuto il colloquio il 30 giugno e ieri, consultando i quadri finali esposti fuori dalla scuola, ha esultato nello scoprire di aver superato l’esame di Stato con 100/100.  

La commissione, composta dal presidente Ugo Zoppi e dai commissari esterni Marta Cardone (italiano e storia), Fulvio R. Culiersi (lingua inglese) e Gianfranco Giungato (matematica) e dai commissari interni Susanna Scardia (economia aziendale), Daniele Coluccia (diritto e economia politica) e Daniele Manni (informatica), ha saputo solo al termine di tutte le prove di aver esaminato e consegnato il diploma di maturità tecnica e informatica allo studente più giovane del paese. Oltre a lui, altri quattro studenti della sua classe hanno ottenuto il massimo dei voti: Morgan Giuseppe Greco, Stefano Morello, Alessia Petino e Francesco Pio Manca, con gli ultimi due che hanno meritato anche la lode.

Molto orgogliosa di Luigi e di tutti gli studenti della classe sperimentale neo diplomata presso il Galilei - Costa - Scarambone, è la dirigente scolastica Gabriella Margiotta la quale è certa che “queste ragazze e questi ragazzi, sebbene abbiano solo 17 anni, non avranno alcuna difficoltà nel trovare e nel percorrere la strada più congeniale alle loro personali aspirazioni future”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 17 anni da poco compiuti è leccese il più giovane diplomato d’Italia

LeccePrima è in caricamento