rotate-mobile
Scuola

Scuole dell'infanzia: per "Istituto Saraceno" si valuta di esaurire il ciclo prima del passaggio

Il sindaco e l'assessora all'Istruzione hanno incontrato le rappresentanti dei genitori dopo la decisione di trasferire le competenze dalla gestione comunale a quella statale

LECCE - Il passaggio di competenze dal Comune alla gestione statale su quattro scuole dell'infanzia presenti in città, stabilito dall'amministrazione comunale, ha causato una certa preoccupazione in alcuni genitori, allarmati dall'ipotesi che si trattasse addirittura di chiusure. Per questo una quindicina di mamme si sono ritrovate in mattinata presso Palazzo Carafa per inscenare un sit-in.

Poco dopo il sindaco, Carlo Salvemini, e l'assessora alla Pubblica Istruzione, Fabiana Cicirillo, ha incontrato le rappresentanti dei genitori per ribadire che non ci sarà alcuna chisura e che le famiglie che lo vorranno, potranno trasferire i propri figli nell'unica scuola che, fino a esaurimento del ciclo in corso, resterà sotto la gestione comunale - la "Topolino", in via Marugi -. Due altre, la "Banda Bassotti" e la "Cappuccetto Rosso" passeranno sotto il controllo degli istituti comprensivi statali "Alighieri-Diaz" e "Livio Tempesta".

Per quanto riguarda l'ultima, l'Istituto Saraceno, si valuterà, su richiesta dei genitori, la possibilità di prolungare la scadenza con le suore dell'Immacolata Concezione di Ivrea fino al 2023 e non più fino a giugno prossimo (ma senza accogliere nuove iscrizioni). Non ci fossero le condizioni, la strada resterebbe quella tracciata: trasferimento, a partire dal prossimo anno, presso il "Livio Tempesta" o il "Cesare Battisti". 

Il sindaco ha precisato che il passaggio di competenze non implica, per il resto, il cambio di plesso scolastico: i bimbi, insomma, resteranno insieme ai loro attuali compagni di classe. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole dell'infanzia: per "Istituto Saraceno" si valuta di esaurire il ciclo prima del passaggio

LeccePrima è in caricamento