Staccano la luce mentre a scuola c’è l’esame, il dirigente chiama i carabinieri

L’imprevisto presso l’alberghiero di Santa Cesarea causato da alcuni lavori sulla rete. Disagio circoscritto e risolto in mezzora. Il gruppo Enel replica in serata

SANTA CESAREA TERME – Non bastasse già l’ansia e l’adrenalina legati alla seconda prova specifica dell’esame di maturità, ma per i giovani studenti dell’istituto alberghiero “Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme, questa mattina, c’è stato anche da affrontare un insolito black out durato poco più di mezz’ora. E per fare luce, nel vero senso della parola, sulla questione sono dovuti intervenire anche i carabinieri. Una situazione al quanto paradossale quella vissuta dagli studenti e dal corpo docente dell’Istituto professionale dei servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera impegnati nella seconda prova degli esami presso la sede centrale della scuola che si trova sulla provinciale tra Vitigliano e Santa Cesarea Terme.

Intorno alle 9,30, mentre la commissione d’esame  aveva già dato avvio alla prova, nell’istituto è venuta a mancare l’alimentazione elettrica. Nessun guasto e soprattutto nessun atto vandalico o goliardico da parte di qualcuno. Una sospensione della corrente determinata invece da alcuni lavori sulla rete e sugli impianti, disposti proprio in quella zona e nelle giornate cruciali relative allo svolgimento degli esami, da parte di una ditta sub appaltatrici di E-distribuzione della zona di Maglie e Lecce. Una necessità dettata dai lavori in esecuzione e per altro annunciata con un avviso e anche una comunicazione verbale presso la dirigenza della scuola da parte della ditta alla quale ovviamente era stato chiesto di posticipare l’intervento proprio perché in questi giorni sono in corso di svolgimento gli esami.

La parola al dirigente d'istituto

“E’ accaduto proprio quello che non sarebbe dovuto accadere visto che qualche giorno addietro avevo esplicitamente chiesto alla società interessata ai lavori di non procedere con la sospensione dell’energia elettrica per giorno 21 giugno proprio perché era in corso la sessione degli esami di maturità” spiega il dirigente dell’Ipseo, il professor  Paolo Aprile, “invece intorno alle 9,30 la corrente è stata deliberatamente staccata, ma fortunatamente né la commissione e nemmeno gli studenti hanno subito disagi notevoli anche perché ci siamo subito adoperati, come nostra consuetudine, a risolvere la problematica. Non ci sono stati problemi con il collegamento telematico per poter scaricare le tracce del Miur relative alla seconda prova e per i laboratori enogastronomici e il disagio si è circoscritto per poco più di una mezz’ora sino alle 10,05 circa".

"Ho dovuto anche fare una chiamata ai carabinieri ai quali ho formalizzato regolare denuncia” conclude il dirigente scolastico, “ma semplicemente per far capire che il giorno di svolgimento degli esami in una scuola non è una giornata normale e interrompere l’erogazione elettrica in quel contesto, e che invece sarebbe potuta essere programmata in un'altra data facendo prevalere il buon senso, equivale a togliere la corrente ad un servizio pubblico come ad un ospedale per fare un esempio”. Proprio l’intervento di una pattuglia dei carabinieri della stazione di Poggiardo e della compagnia di Maglie, diretta dal capitano Giorgio Antonielli è riuscito ad appianare la situazione e l’energia elettrica nella zona e anche nella scuola è tornata regolarmente nel giro di poco più di mezz’ora. Gli allievi dell’alberghiero hanno così potuto portare a termine, senza ulteriori disagi, le rispettive prove d’esame. Nella giornata odierna era in corso la seconda prova legata alle articolazioni specifiche dell’istituto e relative ai settori enogastronomia e accoglienza turistica e ai rispettivi laboratori di cucina, pasticceria e servizi di sala e vendita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La versione della società

Rispetto a quanto accaduto, la società di distribuzione ha fornito la propria versione che in parte diverge da quella data dal dirigente dell'istituto: “E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, precisa che non si è trattato di una interruzione improvvisa dell’energia elettrica, ma di un intervento programmato volto a scongiurare un possibile rischio di guasto individuato sulla rete a seguito delle attività di monitoraggio regolarmente svolte dall’azienda. Prima di procedere con i lavori e, quindi, con l’interruzione dell’erogazione di energia elettrica, nei giorni precedenti, i tecnici di E-Distribuzione hanno provveduto a dare un regolare preavviso ai clienti interessati e anche alla scuola. Solo questa mattina, durante l’esecuzione dei lavori programmati, i responsabili della struttura scolastica hanno contattato E-Distribuzione, che ha prontamente riattivato l’erogazione di energia elettrica e riprogrammato l’intervento. Nessuna richiesta o segnalazione era stata ricevuta nei giorni precedenti l’esecuzione dei lavori programmati”.                                                

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento