Scuola Rudiae

Tavolo istituzionale per il recovery fund

E’ di oggi la convocazione di un tavolo istituzionale per il Recovery Fund, fortemente voluto dalla Presidente del Consiglio Regionale pugliese Loredana Capone che ha voluto incontrare i giovani rappresentanti degli studenti delle associazioni studentesche delle Regione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Per l’Università del Salento ha partecipato anche il sindacato studentesco Udu Lecce che ha esposto durante il tavolo quelle che sono le tematiche ritenute fondamentali per la ripartenza post pandemia e dunque della possibilità di poter usufruire dei fondi europei per immaginare un piano di rinascita in seno al Diritto allo Studio.

“Abbiamo ritenuto fondamentale incentrare il nostro intervento e contributo al tavolo istituzionale sulla tematica che da decenni si ritrova ad essere il tallone d’Achille dell’intera penisola, ovvero la tanto millantata questione meridionale che, in quest’anno di pandemia, ha visto un aumento notevole delle disuguaglianze sociali in seno al divario tra Nord e Sud del paese. Divario che risulta ancora più accentuato per quanto riguarda il Diritto allo Studio ed in particolar modo riguardo ad alcuni servizi essenziali che ci consegnano un quadro a dir poco sconcertante per le studentesse e gli studenti della nostra regione. Pensiamo sia necessario approfittare dei fondi del Recovery Fund per poter finalmente andare verso una risoluzione, seppur graduale, dei problemi economico-strutturali in cui riversa il mezzogiorno d’Italia.” dichiara Lorenzo D’Amico, Coordinatore di Udu Lecce.

Ad intervenire durante il tavolo istituzionale di oggi è stato Giuseppe Piccinno, Consigliere degli Studenti dell’Udu Lecce. “Abbiamo deciso di parlare di giovani studenti e studentesse guardando a problemi che già da tempo risultano essere stati accantonati e su cui finalmente bisogna scommettere e ripartire. In particolar modo ci siamo concentrati sui temi dei trasporti, guardando alla possibilità di migliorare i servizi già esistenti affinché le nostre università possano essere sinonimo di attrazione formativa anche fuori dai confini regionali. Abbiamo inoltre ritenuto fondamentale ribadire la necessità di investire sull’edilizia universitaria ed in particolar modo sull’accesso al mondo del lavoro, con uno sguardo ai tirocini formativi e curriculari, chiedendo importanti investimenti per quanto riguarda la creazione di nuovi posti di lavoro.” Dichiara Giuseppe Piccinno, Consigliere degli Studenti di Udu Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tavolo istituzionale per il recovery fund

LeccePrima è in caricamento