“Vola solo chi osa farlo”: l’Udu a congresso nazionale e locale

Studenti Indipendenti – udu Lecce si prepara al suo III congresso dal titolo “Ci si salva e si va avanti se si agisce tutti insieme e non solo uno per uno” (Berlinguer) previsto per il 12/13 e 14 Aprile 2021, a due anni esatti dall’elezione dell’esecutivo uscente rappresentato da Lorenzo D’Amico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Il congresso, dedicato a Patrick Zaki e Giulio Regeni, rappresenta un momento di confronto fondamentale per l’organizzazione, nonché l’occasione per ri-tornare a riflettere sul ruolo che l’Università e i suoi attori devono avere a proposito della difesa e della tutela dei diritti umani e della promozione della libertà d’espressione, della ricerca e della giustizia. “Siamo felici di lanciare il nostro III congresso locale e lo facciamo dopo due anni di mandato politico in cui il nostro sindacato è cresciuto sotto tutti i punti di vista. In questi due anni abbiamo ufficialmente riportato il sole dell'Udu a Lecce dopo ben 10 anni e siamo tornati negli organi di governance dell'ateneo salentino.

Lascio il testimone al prossimo esecutivo con la certezza di consegnare un sindacato studentesco con una forte identità politica e sindacale e con un importante radicamento sul territorio leccese.” dichiara Lorenzo D’Amico, coordinatore di udu-Lecce Il III congresso dell’udu-Lecce quindi arriva a conclusione di un mandato politico che ha visto la crescita e l’affermarsi del sindacato studentesco sia in termini di risultato elettorale, che in termini di riconoscibilità della realtà nel contesto locale e nazionale. Non da ultimo, infatti, il mandato che l’organizzazione nazionale dell’Unione degli Universitari ha voluto consegnare alla base leccese durante il XIV congresso conclusosi nella giornata di domenica 28 marzo.

Il rinnovo delle cariche esecutive dell’organizzazione ha visto l’elezione di Eleonora Vergine quale membro del nuovo esecutivo nazionale guidato da Giovanni Sotgiu, neo-coordinatore e dei restanti membri Pietro Notarnicola, Diego Vollaro e Camilla Piredda. Dichiara il portavoce Lorenzo D’Amico: “L'Unione degli Universitari ha concluso i lavori del suo XIV Congresso Nazionale riconfermandosi ancora una volta come il sindacato degli studenti e delle studentesse del paese, con la stessa solidità e visione politica che ha sempre contraddistinto il lavoro degli ultimi 27 anni e di cui orgogliosamente facciamo ufficialmente parte dall'ottobre scorso.

Questo congresso, per noi di Udu Lecce ha un sapore nuovo. Siamo infatti orgogliosi di coronare il percorso di questi anni con l'entrata di Eleonora Vergine in Esecutivo Nazionale dell'Unione degli Universitari. La fiducia espressa dall'intera Confederazione dell'Udu è per noi un traguardo importante e siamo sicuri che Eleonora saprà rappresentare al meglio, assieme al resto dell'Esecutivo, i diritti delle studentesse e degli studenti dell'intera penisola.”

Aggiunge neo-eletta Eleonora Vergine: “Non è forse cosa estremamente comune che una base caratterizzata dal nostro particolare percorso si possa ritrovare oggi a gestire un’organizzazione così importante e complessa. Ad un primo momento di sorpresa si è poi subito sostituita la paura di non essere effettivamente all’altezza delle aspettative di quanti hanno riposto fiducia in noi e poi in me, come singola militante. Ma la forza di questo sindacato è proprio la sua struttura confederale, che fonda il suo agire nel confronto democratico, nella partecipazione costruttiva ma anche nel sostegno reciproco e nel rispetto delle pluralità che compongono l’organizzazione, in modo del tutto orizzontale.”

Torna su
LeccePrima è in caricamento