settimana Centro / Via Giacomo Arditi

Allarme rapine in città: ennesima gioielleria colpita, malore per la titolare

Il colpo intorno alle 18,30, ai danni della “Barocco gioielli”, “visitata” da un malvivente anche nel 2016. Sul posto polizia, carabinieri e 118

La gioielleria colpita nel tardo pomeriggio

LECCE – Un’altra gioielleria in città presa di mira dal rapinatore. Un nuovo colpo è stato messo a segno nel tardo pomeriggio, intorno alle 18,30, ai danni della rivendita “Barocco gioielli” di via Giacomo Arditi, una via centrale e di passaggio che collega Piazza Ariosto e Piazza Mazzini, a pochi metri dal cuore commerciale di Lecce. La proprietaria, che si trovava al banco vendita al momento della rapina, ha accusato un malore dovuto alla forte tensione: è stata raggiunta e soccorsa dagli operatori del 118, allertati dai passanti.

L'incubo è cominciato quando il rapinatore, armato, ha fatto irruzione nel locale con una pistola in pugno di colore argento e nero. Non è dato sapere se fosse o meno giocattolo. Il viso dell'uomo era coperto con una maschera bianca, di quelle semplici, usate per Carnevale e il collo e testa avvolti dal cappuccio. Sarebbe giunto a piedi, stando ai primi dati a disposizione degli inquirenti. Una volta all'interno della gioielleria, dopo aver strattonato la donna alle spalle, le avrebbe puntato l'arma contro, intimandole di consegnare il denaro custodito nel registratore di cassa. Ha arraffato un bottino che si aggira attorno ai 630 euro, ma i contanti potrebbero anche essere di più. Si è dileguato in fretta, lasciando la malcapitata sotto schock. Non avrebbe utilizzato veicoli, sparendo lungo le vie dell'isolato sIMG_1108-2empre a piedi.

Sul posto, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce, assieme agli agenti di polizia della sezione volanti e ai colleghi della squadra mobile della questura leccese. Gli investigatori hanno immediatamente recuperato i filmati del circuito di videosorveglianza e avviato una caccia al responsabile in città.

La rivendita era stata nuovamente “visitata” da un malvivente anche nell’estate del 2016. Mancavano poche ore alla vigilia di Ferragosto quando un individuo, dopo aver preteso i soldi del registratore di cassa, un’ottantina di euro in tutto, si ritrovò in trappola nello stesso locale.La titolare della gioielleria, infatti, riuscì a fuggire all’esterno bloccando il rapinatore. Quest’ultimo, in trappola, ruppe il vetro del negozio e rimase anche ferito. Ma nonostante i passanti abbiano tentato un placcaggio, lui riuscì a dileguarsi, con la mano tagliata, facendo perdere le proprie tracce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme rapine in città: ennesima gioielleria colpita, malore per la titolare

LeccePrima è in caricamento