Martedì, 21 Settembre 2021
settimana Otranto

Area marina protetta da Otranto a Leuca, via libera in Senato

Approvato l'emendamento proposto dal senatore di Direzione Italia Frnacesco Bruni con altri colleghi. Tagliato un traguardo atteso da molti anni

Una foto del litorale otrantino.

OTRANTO - Con il via libera alla legge di bilancio 2018 c'è anche il semaforo verde per l'istituzione dell'area marina protetta "Capo d'Otranto - Grotte Zinzulusa e Romanelli". Un emendamento a firma anche del senatore Francesco Bruni è stato infatti approvato, consentendo così di tagliare un traguardo atteso da molti anni: il completamento di una zona ad alta protezione ambientale che comprende già il Parco Otranto Santa Maria di Leuca - Bosco di Tricase.

"Avevo cominciato questa battaglia nel 2006, quando ero sindaco di Otranto - ha dichiarato l'esponente di Direzione Italia -. Finalmente ci siamo riusciti. Ora questa può diventare l’occasione per un rilancio turistico di Otranto”. 

I comuni che formano il parco costiero Otranto Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase sono Alessano, Andrano, Castrignano del Capo, Castro, Corsano, Diso, Gagliano del Capo, Ortelle, Otranto, Santa Cesarea Terme,  Tiggiano, Tricase . Ora che l'istituzione dell'area marina protetta, la seconda dopo quella di Porto Cesareo, è stata formalizzata le amministrazioni interessate dovrebbero accelerare le procedure di adesione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area marina protetta da Otranto a Leuca, via libera in Senato

LeccePrima è in caricamento