menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il trasgressore "circondato" dai militari

Il trasgressore "circondato" dai militari

Barca e 250 metri di rete nella riserva marina. Minaccia militari col coltello: arrestato

Il pescatore di frodo è stato scoperto, all’alba, dagli uomini della capitaneria di porto di Gallipoli. Alla vista delle forze dell’ordine, ha opposto resistenza

PORTO CESAREO – Un pescatore di frodo beccato nell’Area marina protetta: finisce in manette. Si sono appena concluse le operazioWatermarked2(2018-01-16-1650)-2ni di sequestro di un natante e di 250 metri di rete da posta, ad opera dei militari della guardia costiera di Gallipoli, utilizzati da un pescatore sportivo per la cattura di prodotto ittico nella riserva marina di Porto Cesareo.

Il trasgressore, Luigi Ferrari, 45enne del posto, già con precedenti penali a suo carico, durante i controlli all’alba di oggi con una motovedetta ed un battello pneumatico della capitaneria di porto di Gallipoli, ha reagito con toni e modi che lo hanno reso responsabile oltre ai reati di pesca con attrezzi non consentiti nella zona di riserva integrale dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, anche dei reati di resistenza e pubblico ufficiale aggravata dalla minaccia con coltello e detenzione e porto di arma bianca.

Video: l'operazione in mare

Watermarked3(2018-01-16-1650)-3Il pescatore sportivo è stato scortato dai mezzi nautici della guardia costiera fino all’Ufficio locale marittimo di Torre Cesarea dove sono stati redatti gli atti di polizia giudiziaria a suo carico assieme ai carabinieri del posto. L’autorità giudiziaria informata dei fatti, ha disposto l’arresto dell’indagato, al quale verrà notificata nelle prossime ore la misura cautelare degli arresti domiciliari e processato per direttissima nella mattinata di domani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento