Domenica, 19 Settembre 2021
settimana Tricase / Via Gioacchino Toma

Notte di paura a Tricase: ordigno per un fabbro e fiamme a studio legale

I due episodi nella cittadina del Capo di Leuca. Sul posto, vigili del fuoco e carabinieri per le indagini

Il portone incendiato a Tricase.

TRICASE – Non si possono ancora escludere eventuali collegamenti fra i due atti intimidatori accaduti, nella notte, a Tricase. Ad essere presi di mira un fabbro incensurato uomo del luogo e un noto avvocato. Nel primo episodio, avvenuto intorno alle 2,35, ignoti hanno piazzato una bomba carta, un ordigno molto rudimentale, nei pressi dell’abitazione di un 66enne. E’ accaduto in via Ludovico Ariosto, dove l’uomo vice assieme alla moglie a ai due figli.

La deflagrazione, potente, ha danneggiato il portone di ingresso dell’abitazione, demolito in parte un muretto della recinzione e colpito due autovetture, entrambe appartenenti alla famiglia destinataria dell’intimidazione: una Ford Focus e una Ford Kuga. Sul posto, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase, per i successivi rilievi. Le attenzioni degli inquirenti sono concentrate più sui figli, che sul proprietario di casa. Il gesto potrebbe infatti essere nato da dissidi di natura personale, ora al vaglio dei militari dell’Arma. Alcuni minuti dopo, questi ultimi sono stati costretti a un altro intervento, in via Toma.

Intorno alle 2,40, infatti, è divampato un incendio nei pressi dello studio legale dell’avvocato civilista Gennaro Ingletti, un 74enne del luogo, padre di un professionista che svolge il suo stesso mestiere. Il fuoco ha danneggiato il portone dell’ingresso dell’edificio al piano terra, sotto l’abitazione della famiglia del legale. Sul luogo, i vigili del fuoco del distaccamento locale, per spegnere il rogo e procedere con un sopralluogo. Gli investigatori stanno indagnando su entrambi i fatti di cronaca, anche servendosi delle videocamere di sorveglianza installate nelle due zone prese di mira dai malviventi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di paura a Tricase: ordigno per un fabbro e fiamme a studio legale

LeccePrima è in caricamento