Attesi 25mila fedeli ad Alessano: massimo livello di sicurezza per la visita del Papa

Controlli ai varchi per gli accessi di mezzi e persone; ambulanze e uomini del 118; traffico smistato su più percorsi e parcheggi a nord e sud del paese: ecco la macchina organizzativa

LECCE - La macchina organizzativa è quella delle grandi occasioni. E, per la visita del Santo Padre ad Alessano il 20 aprile, in occasione delle celebrazioni del 25esimo anniversario della morte di Don Tonino Bello, è praticamente tutto pronto.

La gestione della sicurezza è garantita dalle forze dell’ordine coordinate dalla Questura di Lecce e supportate dalla presenza della Protezione Civile, a garanzia dell’incolumità pubblica.

Poi c’è il nodo degli accessi alle aree interessate ed il problema della viabilità, che potrebbe essere complicato dalla poderosa affluenza di mezzi privati e autobus, affrontato per mezzo di un piano traffico elaborato ad hoc. Senza dimenticare il piano sanitario ed il piano di prevenzione degli incendi, a carico, rispettivamente, della Asl di Lecce e dei Vigili del Fuoco.

A monte dell’evento, che attirerà nel piccolo paese del Sud Salento migliaia di fedeli (25mila quelli attesi da ogni punto d’Italia, ma non solo), vi è un complesso lavoro di squadra che risponde alle direttive impartite dal Vaticano ed è stato reso pubblico presso la sede della prefettura di Lecce.

L’alto valore “simbolico e spirituale” della presenza di Jorge Mario Bergoglio è stato sottolineato dal vescovo della diocesi Ugento – Santa Maria di Leuca, Vito Angiuli: “Il momento culminante di questo passaggio del Papa nel Capo di Leuca sarà nella preghiera silenziosa presso la tomba di don Tonino Bello, cui il Santo Padre si sente legato da una profonda affinità. Ma il patrimonio d’insegnamenti che entrambi ci hanno lasciato deve diventare una linea di condotta, personale e sociale. Quest’evento dovrà rimanere nella coscienza dei salentini a lungo”.

Il 20 aprile è destinata a diventare, evidentemente, una data storica per il territorio. Ed il programma delle attività è piuttosto ricco. I primi pellegrini arriveranno già nella giornata del 19 aprile: 400 scout ed altrettanti giovani fedeli sosteranno in veglia di preghiera a partire dalle 22.00; i visitatori cominceranno ad affluire già dalle 4.30 del mattino ed alle 7.00 l’intera comunità sarà pronta a festeggiare l’arrivo del Papa che atterrerà, a bordo di un elicottero privato, alle 8.30.

Ad attenderlo, tra gli altri, vi saranno don Luigi Ciotti di Libera e don Salvatore Leopizzi. Il quadro originale della Madonna di Leuca sarà venerato dal Pontefice che donerà un rosario d’oro e onice.

Numerosi sono gli omaggi preparati per Bergoglio: un’offerta in denaro delle comunità parrocchiali e delle diocesi per le opere di carità; il quadro in argento della Madonna di Leuca; un quadro in argento con due angeli abbracciati, donato dal Comune di Melissano; una Ferula in legno d’ulivo da parte della Fondazione don Tonino Bello; prodotti di artigianato locale e prodotti alimentari tipici. L’addobbo floreale del palco è invece donato dal Comune di Taviano e dalle aziende florovivaistiche della stessa città.

Il piano di gestione dell’ordine pubblico

Il nodo principale della sicurezza è nella gestione di un elevato numero di visitatori attesi (25mila) all’interno di un Comune di dimensioni ridotte. “Abbiamo messo in piedi un gruppo di lavoro che si è riunito costantemente e impiegheremo circa 150 uomini”, ha spiegato il questore Leopoldo Laricchia.

La viabilità dei mezzi, nell’area esterna del paese ed all’interno, prevede percorsi autorizzati per auto private, autobus (150 tratte) insieme a passaggi pedonali e ciclabili che saranno protetti per mezzo di una barriera di new jersey in cemento. Ogni varco sarà presidiato dalle forze dell’ordine e dagli uomini della Protezione civile di Lecce e Brindisi che impiegherà oltre 250 volontari dei coordinamenti provinciali, impegnati nelle attività di supporto ed assistenza. I controlli saranno monitorati da una “central room” in grado di gestire ogni situazione di possibile emergenza.

L’impatto del traffico sarà mitigato grazie alle prenotazioni degli accessi effettuati per mezzo della piattaforma parkforfun: 700 sono i veicoli già registrati, mentre i mezzi non attesi saranno deviati verso i parcheggi allestiti nell’area nord e sud di Alessano.

Il piano sanitario

Sul territorio di Alessano sarà attiva la rete del servizio emergenza- urgenza del 118: 7 squadre composte da 5 persone ciascuna stazioneranno nell’area aperta al pubblico; un’ambulanza sarà presente davanti ad ogni rampa d’accesso e per la gestione dei casi più gravi, la Asl di Lecce ha previsto un’area attrezzata medicalizzata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il personale medico ed infermieristico in servizio si avvarrà della collaborazione dei volontari e degli uomini della Croce Rossa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento