menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiamme partono da un'auto, il forte vento le spinge anche sul furgone

Fortemente danneggiata la Dacia Duster di un avvocato e del tutto distrutto il Doblò di un commerciante di carni. E' successo a Gallipoli nella notte. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco. Ma il dolo non è stato accertato

GALLIPOLI – Un’autovettura fortemente danneggiata e un furgone commerciale distrutto. E’ il bilancio dell’ennesima notte di fuoco che ha toccato, questa volta, il pieno centro di Gallipoli. Il rogo, infatti, è scoppiato verso le 3 in via Antonio Gramsci, non lontano dalla vecchia caserma della compagnia dei carabinieri di Gallipoli.

Aspetto particolare: sebbene le fiamme si siano sprigionate dall’autovettura, una Dacia Duster, i danni maggiori li ha decisamente subito il furgone, un Fiat Doblò, parcheggiato proprio davanti. Questo, a causa del forte vento di scirocco che imperversa da un paio di giorni nel Salento e che nella notte spirava con particolare violenza. Le lingue di fuoco, quindi, partite dal cofano dell’autovettura, hanno finito per avvolgere e devastare del tutto il Doblò.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento locale e i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile gallipolino. La Dacia è di proprietà di un avvocato 68enne, il furgone intestato a una ditta e in uso a un commerciante di carni, 60enne. Entrambi risiedono in via Gramsci. Se, dunque, per quanto riguarda il Doblò si tratta del più accidentale degli incidenti, per la Dacia le cause non sono state accertate. Di sicuro, però, i vigili del fuoco non hanno trovat tracce di liquido infiammabile o altri elementi particolari, per cui quella del dolo resta solo un'ipotesi. I carabinieri stanno verificando se in zona vi sano telecamere.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento