menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo del ritrovamento.

Il luogo del ritrovamento.

Tragica scoperta: trovato morto il 32enne scomparso da giorni

Il cadavere in un casolare nella campagna tra Campi e Squinzano. Roberto si è tolto la vita impiccandosi. E' stato trovato da un uomo che stava raccogliendo erbe selvatiche

CAMPI SALENTINA – Ogni speranza è terminata nel pomeriggio, intorno alle 16, quando carabinieri, vigili del fuoco, protezione civile e tutti i coinvolti nelle ricerche sono arrivati sul posto per verificare una segnalazione appena pervenuta. E quel corpo, purtroppo, come si temeva, era di Roberto Camassa, il 32enne di Melendugno scomparso ormai da cinque giorni.

Il cadavere è stato trovato in un casolare nella campagna di Campi Salentina, non lontano dal campo sportivo, lungo la strada per Squinzano. Roberto Camassa, purtroppo, si è tolto la vita impiccandosi. A trovare il corpo, un uomo che stava raccogliendo erbe selvatiche.

Fino a quel momento erano stati impegnati anche i mezzi aerei dei vigili del fuoco. Di Roberto Camassa non si avevano più notizie, orami, dalla serata di domenica scorsa. Era stato visto, per l'ultima volta, a  San Foca, marina di Melendugno. Gli elicotteri, così, si erano nuovamente messi in movimento nel corso della mattinata, per perlustrare dall’alto le campagne circostanti, con particolare attenzione, oggi, all’area confinante col territorio di Salice Salentino. 

Oltre agli uomini del Nucleo elicotteri, il 115 aveva messo a disposizione per le ricerche le unità cinofile e i propri sommozzatori per le ispezioni anche di eventuali pozzi o cisterne della zona. Fino alle 16 di oggi, però, buio più totale nelle indagini. Sempre in mattinata, a Campi Salentina, si era svolta anche una riunione di coordinamento tecnico delle ricerche del 32enne. Vi avevano preso parte, oltre alle forze dell’ordine, anche l’amministrazione e i volontari delle varie associazioni coinvolte.

I parenti hanno lanciato un appello via social network, divulgando la foto dello scomparso. Al vaglio degli inquirenti un biglietto indirizzato dal 32enne alla sorella, nel quale si fa riferimento a un momento difficile della sua vita, e l'autovettura, rinvenuta nelle campagne di Campi, assieme alle stesse chiavi. Il corpo ora è stato trasportato presso la camera mortuaria del "Vito Fazzi" di Lecce. Bisognerà cercare di capire a quando esattamente risalga la morte, se al giorno stesso della sua scomparsa o se, magari, abbia vagato per qualche tempo, covando la terribile idea nella testa, prima di arrivare a metterla in atto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento