menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Messaggio intimidatorio: colpi di fucile contro l’abitazione di Luca Greco

E’ accaduto poco prima dell’alba, a Trepuzzi. Ignoti hanno esploso alcuni proiettili in direzione dell’appartamento. Indagano i carabinieri

TREPUZZI – Colpi d’arma contro la casa di un uomo. E’ accaduto poco prima dell’alba, intorno alle 4, a Trepuzzi. Ignoti, armati di fucile, hanno infatti indirizzato due o tre proiettili calibro 12, verso il portone dell’abitazione di Luca Greco, il 45enne di Squinzano, noto alle cronache locali per gravi fatti accaduti anni addietro, tra cui minacce subite e persino un accoltellamento. I danni sono lievi e riguardano il solo infisso. Diverse le cartucce esplose rinvenute, poco dopo, dagli inquirenti chiamati per un sopralluogo.

Sul posto, infatti, sono giunti i carabinieri della stazione locale, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina. I militari dell’Arma hanno immediatamente ascoltato il destinatario del messaggio intimidatorio, e, per cercare di capire se possa avere o meno dei sospetti su qualcuno. Luca Greco, oltre ad essere vittima di diversi fatti, è stato anche l'autore di minacce indirizzate a Sergio Notaro, personaggio di spicco della criminalit del nord Salento.  L'apprensione pertanto è alta, per una vecchia stagione fatta di violenza e che sembrava ormai chiusa. 

Ha tuttavia dichiarato agli investigatori, coordinati dal capitano Alan Trucchi, di non aver subito richieste, né minacce di recente. Sul luogo dell'episodio, intanto, si sono recati anche i militari della Sezione Investigazione scientifiche. Si cercano le videocamere di sorveglianza, installate nell’isolato, sebbene l'immobile si trovi in un luogo piuttosto isolato, sulla strada che da Squinzano conduce a Casalabate, nel territorio trepuzzino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento