settimana

Edifici abusivi nelle marine leccesi: al via la demolizione del Comune

Una ditta provvederà a buttare giù, nella giornata di domani, quattro immobili a Frigole, Torre Chianca, Torre Rinalda. I lavori coordinati dall'ufficio di vigilanza edilizia

Demolizione di una villetta abusiva (foto di repertorio).

LECCE – Il Comune è pronto a buttare giù gli edifici abusivi che sono spuntati, come funghi, nelle marine leccesi. Si comincerà domani con i primi quattro immobili da demolire: uno a Torre Rinalda di 54,5 metri quadri; due a Torre Chianca (uno ei 54,50 metri e un di 75 realizzato su piattaforma in cemento di 122,00 metri quadri con garage annesso); l’ultimo, di 181 metri quadri, si trova invece a Frigole.  

I lavori sono stati affidati a ditta specializzata, con procedura negoziata, e saranno eseguiti con il coordinamento dell'ufficio nucleo di vigilanza edilizia del Comune di Lecce. Per far fronte alla spesa necessaria, l’ente ha fatto ricorso al Fondo regionale di rotazione per le spese di demolizione delle opere abusive, per la cui somma si provvederà al recupero nei confronti dell'esecutore dell'abuso, anche con riscossione a ruolo.

Tale ufficio è stato istituito nel mese di marzo del 2003 presso il settore pianificazione e sviluppo del territorio del Comune di Lecce e svolge un'attività capillare di controllo su ogni intervento di trasformazione del territorio. Fino ad oggi ha effettuato circa 200 sequestri preventivi di cantieri edili, 63 demolizioni d'uffici 72 demolizioni spontanee, segno tangibile e concreto dell'opera di dissuasione dalle iniziative edilizie abusive che il nucelo di vigilanza ha esercitato ed esercita sul territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edifici abusivi nelle marine leccesi: al via la demolizione del Comune

LeccePrima è in caricamento