menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri spengono le fiamme

I carabinieri spengono le fiamme

Dopo sequestro dei sanitari con motosega e minacce con l'accetta, fuoco a motoape

Il 52enne di Calimera, nei guai per due volte nelle scorse settimane, è tornato in azione: ha incendiato un mezzo in centro

CALIMERA - Paura, nel pomeriggio di ieri, nel centro di Calimera. Raggiunge la piazza del paese con una motoape e le dà fuoco per protesta. E’ accaduto nel comune grico, dove un 52enne del posto, noti per episodi analoghi, ha dato alle fiamme alcuni fogli e pezzi di legno, lasciati sul cassone del mezzo agricolo. Come se non bastasse, ha anche ribaltato il veicolo, davanti agli occhi dei presenti, fino a quando è stato fermato dalle forze dell’ordine.

Sul posto, infatti, oltre ai carabinieri della stazione di Calimera, anche i vigili del fuoco del distaccamento di Maglie, per domare il rogo.  L’incendio, in realtà, è stato immediatamente estinto dagli stessi militari dell’Arma, con l’utilizzo di acqua. La vicenda si è chiusa fortunatamente senza alcuna conseguenze per i presenti, né per il protagonista. Quest’ultimo, affetto da alcuni problemi di natura psichica, è stato fermato anche alcune settimane addietro, sempre a Calimera, per aver esibito un’accetta davanti a una scuola del posto.IMG_5979-3

E’ accaduto intorno alle 8 e mezzo del mattino del 20 febbraio, in pieno orario scolastico, davanti a numerosi automobilisti, ai quali disse di volersi dare fuoco. Ma non è tutto. Nel mese precedente, a gennaio, il 52enne aveva dapprima allertato gli operatori del 118, sopraggiunti anche ieri, per poi segregarsi assieme a loro in casa, minacciandoli con una motosega.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento