settimana

Notte di fuoco in tutto il Salento: bruciano sette mezzi in quattro comuni

Il consueto fenomeno ha colpito ancora: si indaga sulle cause degli episodi. Danni per centinaia di migliaia di euro. Fra gli interventi, anche uno per un incidente con un'auto ribaltata

Il mezzo incendiato a Sternatia, uno dei cinque comuni colpiti

LECCE - Il Salento terra di incendi d’auto. Notte di fuoco in tutto il Tacco: otto mezzi sono andati in fumo tra le 2 e le 5, per cause in fase di accertamento. Il consueto fenomeno salentino si è nuovamente verificato in ben quattro comuni: Surbo, Sternatia, Nardò e Guagnano. L’episodio del comune dell’hinterland leccese è l’ultimo in ordine di tempo: si è verificato intorno alle 5,30, in via D’Amelio.

Stando ai primi riscontri dei vigili del fuoco, il rogo sarebbe partito da una Smart, di proprietà di un noto agronomo del posto. La vettura è stata completamente distrutta dal rogo, il quale si è poi propagato anche a una vecchia utilitaria, una Opel, parcheggiata accanto. Sul posto, anche i carabinieri della stazione locale. I militari dell’Arma, questa volta di Soleto, hanno invece eseguito i rilievi di un altro incendio, divampato a Sternatia, pochi minuti dopo le 4.

 A bruciare, nella centralissima Piazza Castello, altri due mezzi: il nuovo furgone “Scudo” di un’impresa funebre, la “Filìa”, con sede nel comune grico e una vecchia auto. una Fiat Stilo station wagon, in uso a dei migranti domiciliati nelle vicinanze. Sconosciute le cause dell’accaduto, ma i danni sono ingenti: i veicoli sono ormai inutilizzabili e si parla di un danno totale di decine di migliaia di euro. I residenti del centro, intanto, hanno inviato alle testate giornalistiche diverse segnalazioni, per lamentare la mancata sicurezza notturna e l’assenza di videocamere, persino in piccoli centri del Salento.  Una ventina di minuti prima, inoltre, una vettura è andata a fuoco anche a Nardò. Ad andare a fuoco, in via Enrico Fermi, una Nissan Qashqai, intestata a un geometra del posto.

Il mezzo, nuovo e costoso, è stato devastato dalle lingue di fuoco. L’intervento dei pompieri del distaccamento di Gallipoli non è servito a limitare i danni: la carrozzeria era stata ormai consumata. Sul posto, i carabinieri della stazione locale che ora sono alla ricerca di eventuali videocamere di sorveglianza installate in zona. Un altro rogo, inoltre, si è verificato anche a Guagnano alle 2,40 di notte, per cause sconosciute. 

Matino: incidente nella notte

Poco prima, invece, a Matino (intorno alle 2,10) i vigili del fuoco sono intervenuti su WhatsApp Image 2018-01-08 at 19.43.51 (1)-2un incidente (si era scritto erroneamente su un incendio, Ndr), in cui si è ribaltata una Peugeot 206.

L'autovettura era condotta da un cittadino di origine albanese, di 40 anni, domiciliato a Parabita. Sul posto, oltre gli operatori del 118 per i soccorsi, per i rilievi sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Casarano. L'uomo è stato sottoposto a tutti i test di rito sull'eventuale assunzione di stupefacenti o alcool.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di fuoco in tutto il Salento: bruciano sette mezzi in quattro comuni

LeccePrima è in caricamento