Lunedì, 27 Settembre 2021
settimana

Lavoro nero e irregolare nel settore edile: sanzionati 12 datori nel Salento

I finanzieri del comando provinciale hanno setacciato l’intero Tacco. Venti i lavoratori scoperti “in nero”, altri cinque non in regola. Un’attività sospesa

LECCE – Lotta al lavoro sommerso nel Salento. Sono infatti 45 gli interventi eseguiti dalla guardia di finanza del comando provinciale, soprattutto sui cantieri edili del Tacco. I militari delle fiamme gialle hanno infatti setacciato, oltre alla città, anche Campi Salentina, il litorale da Otranto alle marine di Melendugno, Sogliano Cavour, Porto Cesareo, Sannicola, Gallipoli, Morciano di Leuca, Casarano, Tricase, Castro, Diso e Marittima.

Quarantacinque gli interventi effettuati in provincia, dai quali sono emersi 20 lavoratori tenuti completamente “in nero” e ulteriori cinque in posizione irregolare. Undici i verbali scattati nei confronti di altrettanti datori, ritenuti responsabili di non aver assunto i propri dipendenti. Per un altro datore, inoltre, è invece è stato emesso il verbale per impiego di lavoro irregolare. Sono 110 le posizioni di altri lavoratori ancora da verificare: i finanzieri hanno acquisito testimonianze e documentazione per poi procedere con eventuali misure.foto 2-18-9

Per un’attività, in città, nel settore edile, è stata disposta la sospensione ed è scattata la segnalazione all’Ufficio ispettorato del lavoro. L’attività di servizio è stata condotta in tutto il territorio regionale nei giorni 22 e 23 maggio. Il piano, disposto dal comando regionale Puglia, si colloca nell’ambito della missione istituzionale del contrasto all’illegalità economica e finanziaria, con lo scopo di tutelare il corretto andamento del mercato del lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro nero e irregolare nel settore edile: sanzionati 12 datori nel Salento

LeccePrima è in caricamento