Mercoledì, 16 Giugno 2021
settimana

Invasione di campo in Lecce-Carpi, Cassazione conferma condanne per sei

Nel 2013 il famoso episodio, con violenze dentro e fuori il "Via del Mare". La gara era conclusa, ma il principio rimane

LECCE – Poco importa che la gara si fosse conclusa e che i giocatori fossero ormai negli spogliatoi: l’invasione di campo è da considerarsi tale sempre, prima, durante e dopo (cioè, anche al momento dell’afflusso e del deflusso del pubblico). Le sentenze d’appello sono così state confermate per i sei tifosi del Lecce che, tramite i propri legali, avevano ricorso in Cassazione per i fatti riguardanti il match fra i giallorossi e  il Carpi del 16 giugno 2013, quando, non riuscendo i salentini a ritornare in serie B, si scatenò il finimondo.

Antonio Carmine Angelè, 44 anni di Matino, dovrà quindi scontare due anni e quattro mesi; Andrea De Giorgi, 40 anni di Lecce, tre anni e due mesi; Simone Giannini, 32 anni di Lecce, due anni e sei mesi; Nicola Pinto, 30enne di Lecce, sei mesi e 2mila euro di multa; Massimiliano Stefanizzi, 37enne di Firenze, due anni con sospensione condizionale della pena; Riccardo Tondo, 34 anni leccese, due anni e sei mesi.

Oltre una dozzina erano gli imputati in origine, fra questi in sei hanno proseguito l’iter anche dopo il giudizio di secondo grado, che già aveva decretato diversi sconti di pena. Ma tutto s’è fermato sullo scoglio della sesta sezione penale. Conferme sono arrivate anche per chi rispondeva del reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Quel giorno l’invasione fu massiccia, in centinaia si riversarono dalla curva, ma le indagini della Digos hanno svelato con certezza solo l’identità di alcuni fra loro. I tifosi inviperiti, secondo le accuse, tentarono di fare irruzione negli spogliatoi. Le violenze proseguirono anche all’esterno, con una sassaiola e una Jeep della polizia data alle fiamme (fatto, quest’ultimo, per il quale rispondeva un palermitano giunto a Lecce in virtù di un’amicizia di vecchia data fra tifoserie).

In Cassazione, però, si è discusso un paio di settimane addietro principalmente della questione riguardante l’invasione di campo, che gli imputati, tramite i propri legali, avevano contestato, considerando che il 90esimo minuto era abbondantemente terminato. Ma la sentenza 52172 della sesta sezione penale, come spiega una nota dell’agenzia Ansa che per prima ha lanciato la notizia, conferma la decisione già emessa a carico dei sei dalla Corte di appello di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invasione di campo in Lecce-Carpi, Cassazione conferma condanne per sei

LeccePrima è in caricamento