Lutto e cordoglio delle istituzioni: è morto Negro, assessore al Welfare

Totò Negro, originario di Muro Leccese, si è spento a 64 anni per via di un tumore ai polmoni. Lutto in Regione Puglia, cordoglio delle cariche istituzionali locali

LECCE – Un grave lutto ha colpito la Regione Puglia. È venuto a mancare, infatti, Salvatore Negro, assessore alle politiche di Benessere sociale e Pari opportunità, Programmazione sociale ed integrazione socio-sanitaria. Negro, 64 anni, era da tempo in cura perché malato di tumore ai polmoni.

Piange anche la comunità di Muro Leccese, città che gli ha dato i natali il 2 gennaio del 1953 ed in cui risiedeva. Nella cittadina del Salento l’architetto ha ricoperto per la carica di sindaco per ben due mandati, dal 1995 al 2004. Ma la sua carriera politica è iniziata con la Democrazia Cristiana nel 1980, quando è stato eletto nel Consiglio comunale.

Nel 2004 è diventato Consigliere provinciale di Lecce ed ha ricoperto la carica di vicepresidente del Consiglio provinciale fino al 2009. Componente del Consiglio dell’Ordine degli architetti di Lecce, ne è stato vicepresidente dal 1989 al 1992. È stato anche Componente del direttivo regionale dell’Anci, membro della commissione regionale Beni culturali e componente del Consiglio nazionale dell’Upi.

Negro è diventato presidente del gruppo consiliare dell’Udc e componente della terza Commissione consiliare (servizi sociali) e della quarta (sviluppo economico). Rieletto nella circoscrizione di Lecce per la lista I Popolari, era alla sua seconda legislatura in Regione Puglia.

Il cordoglio delle istituzioni

"La scomparsa di Totò Negro è un dolore immenso per me – ha commentato il presidente della Regione, Michele Emiliano -. Ci ha lasciato un uomo mite, onesto, generoso e competente, protagonista di tante battaglie a difesa della Puglia e dei pugliesi. Un compagno di lavoro straordinario, che ti entusiasmava. Soprattutto, aveva una sensibilità che gli consentiva di comprendere da assessore al Welfare anche le situazioni più complicate. Questa sensibilità umana ovviamente aggrava il dolore di tutti quelli che lo hanno conosciuto. Ha servito questa Regione con fedeltà e anche con felicità, perché era molto felice di svolgere un ruolo, in realtà difficile, di star dietro all’infinita serie delle sofferenze umane. È stato, insieme agli uffici competenti il padre del Red, il reddito di dignità. Sono certo che i valori che Totò ha contribuito a trasmettere con la sua testimonianza e il suo impegno civile non verranno dimenticati”.

“Con Salvatore Negro ho perso un amico sincero – ha aggiunto con amarezza il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone -, un amministratore competente, un amante del territorio, una persona che ascoltavo e sentivo spesso, anche negli ultimi giorni, e che sino a che ha avuto la forza in questi giorni ha presenziato agli appuntamenti istituzionali, è intervenuto nei convegni sull’assessorato di sua competenza, non ha lasciato niente di intentato. Il dolore è grande, impossibile da spiegare”.

Si è unita al lutto anche la viceministra dello Sviluppo Economico, Teresa Bellanova: ““Un politico equilibrato, sobrio, capace di equilibrio pur nella distanza delle posizioni politiche. Un uomo che amava il Salento e che, da sindaco, ha lavorato con grande dedizione per la rigenerazione e la valorizzazione di Muro leccese.  Con Totò Negro la Puglia perde un amministratore attento e sensibile”.

Così Ernesto Abaterusso: "A nome del gruppo consiliare Art.1-Mdp esprimo profondo cordoglio: la notizia ci rattrista molto e che lascia in tutti noi un profondo dolore. Con lui la Puglia perde oggi un assessore valido, un uomo di spiccata intelligenza, una figura di politico e amministratore appassionato che ha sempre messo al servizio del territorio e dei cittadini il suo impegno e le sue competenze".

Anche il gruppo del Partito Democratico del Consiglio regionale della Puglia si è unito al dolore della famiglia e degli amici di Totò Negro: "Rimarranno indelebili in tutti quelli che lo hanno conosciuto il sorriso e la disponibilità con i quali affrontava ogni situazione, ma soprattutto l’impegno e la serietà che metteva nella sua attività politica e professionale".

“Con la scomparsa di Salvatore Negro - ha commentato Antonio Nicolì, segretario generale Cisl Lecce - se ne va un politico acuto e sempre attento, un rappresentante leale delle istituzioni democratiche, un amministratore che ha investito impegno e competenza in favore del suo territorio e che è sempre stato vicino ai più deboli”.

Hanno espresso cordoglio anche i consiglieri regionali de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino, Alfonso Pisicchio e Giuseppe Turco: “Con la scomparsa di Totò Negro la Puglia da oggi perde un uomo esemplare, un uomo dalle comprovate virtù professionali e politiche, ma soprattutto il padre di una legge indimenticabile come il Reddito di Dignità che, da oggi, porterà il suo nome. Per questo, caro Totò, ti diciamo grazie. Ti diciamo grazie per tutto quello che hai fatto per i pugliesi più deboli. Ti diciamo grazie per la tua umanità e per aver sempre ascoltato i bisogni reali della nostra gente”.

Partecipano al lutto il Comune di Trepuzzi, il sindaco, il presidente del Consiglio comunale, l’amministrazione Comunale e i Consiglieri tutti. Così il sindaco, Giuseppe Maria Taurino: "Voglio rivolgere un pensiero di cordoglio alla famiglia di Totò Negro, persona dalle spiccate qualità umane e professionali. Ha sempre saputo, in tutti i momenti della sua vita, anche in quelli più difficili, distinguersi per la sua grandissima dignità di uomo prima che di politico".

Cordoglio è stato espresso anche da Luigi Mazzei, coordinatore provinciale Puglia Popolare, dal sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, dal parlamentare del Pd, Salvatore Capone, dal portavoce provinciale di Fratelli d’Italia, Pierpaolo Signore, da Filomena D’Antini, da Paolo Pagliaro di Forza Italia, da Raffaele Fitto, dal senatore Dario Stefàno, da Nico Bavaro, segretario regionale Sinistra Italiana Puglia, dal senatore Massimo Cassano, da Valentina Fragassi, segretaria generale Cgil, dal consigliere regionale Andrea Caroppo, dal senatore Francesco Bruni, dall’onorevole Rocco Palese, Carlo Mignone, assessore all’Ambiente di Lecce, Marco Nuzzaci, vicepresidente del Consiglio comunale di Lecce, Roberta De Donno, consigliere comunale Udc Lecce, 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento