Ponte di Capodanno tra Cortili aperti, Alba dei popoli e Notte della Taranta

Da domani e sino al 1 gennaio una serie di iniziative coinvolgenti nelle suggestive location dei palazzi storici di Lecce, del faro della Palascia e del castello di Otranto e in piazza Tellini a Gallipoli

il faro di Punta Palascìa

LECCE - Da domani, 29 dicembre al giorno di Capodanno, tante occasioni ed eventi in tre location salentine d’eccezione per vivere la magia delle festività nel lungo ponte della fine dell’anno. Opportunità da non perdere nel capoluogo salentino con l’edizione natalizia dei Cortili Aperti, che si rinnova con la sua seconda edizione, per trascorrere una giornata nei meandri e tra i palazzi storici di Lecce. La versione natalizia di Cortili Aperti è organizzata dal Comune di Lecce e dall’associazione Dimore Storiche nell’ambito del cartellone delle iniziative “Natale che spettacolo”. Si tratta di un’anteprima del tradizionale appuntamento primaverile di maggio con iol quale s’intende offrire un’occasione ulteriore per far conoscere ai cittadini e ai numerosi turisti presenti in città alcuni dei più suggestivi palazzi del centro storico.

“Dopo una prima edizione invernale di gran successo” dice l’assessore al Turismo e allo spettacolo, Paolo Foresio, “abbiamo ritenuto di riproporre anche per queste festività natalizie Cortili Aperti, che rappresenta una manifestazione d’eccellenza. Rispetto allo scorso anno, grazie alla collaborazione dell’associazione Dimore Storiche, il programma di visita si presenta arricchito di ben quattro cortili in più. Un’occasione imperdibile per i cittadini e per tutti i visitatori che popolano in questi giorni la nostra città per conoscere ed apprezzare dei beni monumentali diffusi e nascosti tra le stradine del centro storico. I partecipanti potranno visitare i cortili e partecipare ai numerosi spettacoli musicali e alle iniziative organizzate dal Conservatorio di Lecce, dalle associazioni e dagli artisti locali”.

Iniziative e concerti saranno di scena a partire da domani anche nelle scenario del faro di Punta Palascia e presso il castello di Otranto in attesa dell’Alba dei Popoli, mentre sarà un Capodanno a ritmo di pizzica in quel di Gallipoli per la sera del 1 gennaio in piazza Tellini con l’orchestra della Fondazione della Notte della Taranta che sarà anche a Modena, nella notte di San Silvestro, per chiudere in Emilia Romagna il #tarantatour2019.

Come da tradizione anche a Lecce si trascorrerà la vigilia e la serata di Capodanno in piazza. Sarà con il sottofondo della world music del Canzoniere Grecanico Salentino (e Salento Tribe Orchestra: Nidi D'Arac, Carolina Bubbico, Redi Hasa, Rachele Andrioli, Tony Tinelli) che i salentini saluteranno il 2020 la sera del 31 dicembre. Il 30 dicembre, invece, sarà Nina Zilli a salire sul palco preceduta dai Respiro, Manu funk e Gianpaolo Catalano from The Lesionati. I concerti, che rientrano nel programma dei “Capodanni di Puglia” promosso dalla Regione Puglia e dal Comune di Lecce, si svolgeranno in piazza Libertini.

Cortili Aperti a Lecce: il programma

Domani, domenica 29 dicembre, i cortili dei palazzi saranno aperti ai visitatori al mattino, dalle 10 alle 13, e nel pomeriggio dalle 17 alle 21. Non ci si limiterà però solo alle aperture: in ciascun cortile, in collaborazione con il conservatorio musicale Tito Schipa, l'associazione “Mario Perrotta”, l’associazione Italia Nostra, l’orchestra Mito, Musicisti in Terra d’Otranto, artisti e musicisti leccesi, saranno realizzate iniziative musicali e artistiche che impreziosiranno l'esperienza di visita.

Il programma delle visite e delle performance interesseranno Palazzo Brunetti, in via Paladini, Palazzo Rollo, in Corso Vittorio Emanuele II, Palazzo Grassi, in via dei Perroni (aperto solo al mattino), Palazzo Carrelli-Palombi, in Corso Vittorio Emanuele II, Palazzo Lecciso, in via del Palazzo dei Conti di Lecce, Palazzo Tamborino Cezzi, in via Paladini. E ancora Palazzo Apostolico Orsini, in via Libertini, Fondazione Palmieri, in vico dei Sotterranei, Galleria Ship In, in piazzetta Pellegrino, Chiesa Santa Maria della Nova, in via Idomeneo.

Gli appuntamenti al faro di Punta Palascìa

Dopo l’estate, le attività al faro di Punta Palascìa non si sono interrotte e tuttora proseguono con un calendario ricco di esperienze uniche ed emozioni a cura di Apulia Stories, l’associazione di promozione sociale di Cursi che ne gestisce gli spazi. Domenica 29, alle 9, l’appuntamento è con il calligrafo Alessandro Fiorentino, che personalizzerà delle tele con frasi karma per quanti lo richiederanno. Saranno poi consegnati a chi li ha prenotati venti taccuini da lui realizzati in edizione limitata con delle meravigliose illustrazioni del faro. Per il 31 dicembre, per chiudere l’anno in bellezza, si potrà assistere all’ultima alba del 2019 dalla lanterna del faro, la posizione più in alto. Il 1 gennaio, poi, si potrà godere del primo sorgere del sole del nuovo anno, sempre nella lanterna del faro e sarà offerto a tutti caffè e pasticciotto.

Dalle 7.30 il nascere del sole sarà accompagnato dalla “Danza delle anime”, un rituale di pace per tutti i popoli, con le associazioni culturali “Arci Biblioteca di Sarajevo” e “Otranto è di tutti”. La danza del cuore di Amal Oursana, un rituale mistico sufi (misticismo islamico) è un saluto di pace a tutto il mondo proprio dalla terra delle invasioni turche e degli sbarchi. A Otranto, dove le montagne dell’Albania segnano a vista la manciata di chilometri che separa le due sponde dell’Adriatico, il musicista dedica un intenso tributo alla sua terra d’origine in un concerto per violoncello solo. Musica classica contemporanea, musica tradizionale dei Balcani, brani inediti e un omaggio a Johann Sebastian Bach: lo spettacolo unisce le principali ispirazioni stratificate lungo il percorso artistico di Redi Hasa, in un viaggio musicale di grande suggestione che attraversa senza soluzione di continuità universi, culture ed epoche al di qua e al di là del mare.

L’1, 4, 5 e 6 gennaio, dalle 10 alle 12, il Faro di Punta Palascia ospiterà la particolare installazione di Nicola Genco, “L’altro mare”, 300 strane figure di ceramica e ferro assiepate nel primo lembo di terra italiana sono uomini che guardano al mare di fronte e aspettano il sole come segno di nuova vita. Il fine dell’installazione è mettere in luce il valore inestimabile dell’incontro tra culture.

Alba dei Popoli a Otranto

Tre giorni di musica a ingresso libero, a Otranto, in Largo Porta Terra, per la XIV edizione dell'Alba dei Popoli-Luce d'Oriente del Ghironda Winter Festival. Si parte domenica 29 dicembre con i Boomdabash alle 21. Dopo aver infiammato l'estate con il "Mambo Salentino" cantato insieme ad Alessandra Amoroso, la band ritorna sul palco a Otranto per tenere a  battesimo il “Per un Milione Winter Tour”, ripresa invernale della fortunata serie di concerti estivi segnata da trentacinque tappe in giro per l'Italia. Durante la loro esibizione il quartetto composto da Biggie Bash e Payà (voci), Blazon e Mr. Ketra (ai giradischi e campionatore) non mancherà di ripercorrere i momenti più salienti della loro carriera musicale attraverso i maggiori successi, da "Portami con te" a "Il solito  italiano", da "Barracuda", che in studio hanno cantato con Jake La Furia  e Fabri Fibra, a "Non ti dico no" inciso con Loredana Bertè, sino a "Per  un milione" e, naturalmente, a "Mambo Salentino" con ospite Alessandra Amoroso.

Lunedì, 30 dicembre l'appuntamento sarà doppio: alle 18 con il progetto “Music Movies” e un ensemble dell'Orchestra Sinfonica Oles di Lecce e del Salento diretto da Eliseo Castrignanò nell'esecuzione di celebri colonne sonore. Il programma include brani composti da Ennio Morricone e tratti da "C'era una volta il west", "Nuovo Cinema Paradiso" e "Mission", le indimenticabili melodie di Nicola Piovani per "La vita è bella" e "Ginger e Fred", le musiche di Henry Mancini da "Peter Gunn" e "The Pink Panther", quelle di "Mission impossible" firmate da Lalo Schifrin e di "Schindler's list" di John Williams. Non mancherà, poi, l'omaggio a Luis Bacalov del quale sarà eseguito il tema de "Il postino". Si cambia registro alle 21, quando salirà sul palco la Salento Tribe Orchestra, fusione di quattro esperienze musicali tra sperimentazione e musica tradizionale a confronto: un collage sonoro dove i colori lontani della tradizione sud italiana di Rachele Andrioli vengono accostati a quelli “acidi” della pianista e cantante jazz, Carolina Bubbico, a quelli saturi della psichedelia del violoncellista Redi Hasa e a quelli freddi della musica urbana dei Nidi d'Arac.

Martedì, 31 dicembre, Notte di San Silvestro in compagnia dell'Orchestra Mancina, band di sette  elementi che non sono solo musicisti, ma anche veri e propri showmen. Una serata all'insegna del divertimento che prevede la partecipazione di Barty  Colucci, il popolare conduttore di Radio 105 e poi, dj set e giochi pirotecnici a mezzanotte, per attendere l'alba del nuovo anno

Notte della Taranta a Modena e Gallipoli

Capodanno a ritmo di pizzica con la Notte della Taranta che sarà a Modena nella notte di San Silvestro e a Gallipoli l’1 gennaio. Nella notte di Modena, martedì 31 dicembre in piazza Roma, davanti al Palazzo Ducale (sede dell’Accademia Militare), diretti dal maestro e direttore artistico del Concertone di Melpignano, Daniele Durante, sul palco ci saranno Alessandra Caiulo e Antonio Amato e i musicisti Gianluca Longo alla mandola, Giuseppe Astore al violino, Roberto Chiga al tamburello, Antonio Donadeo alla batteria, Roberto Gemma alla fisarmonica e Attilio Turrisi alla chitarra battente. Mezz’ora prima del concerto previsto per le 23,30, il pubblico potrà partecipare al laboratorio di pizzica salentina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tradizione e modernità si fonderanno, mercoledì 1 gennaio, a Gallipoli: si parte alle 19 con l’accensione del pupo di cartapesta in piazzale stazione. Alle 19:30 in piazza Tellini l’orchestra popolare inaugurerà il #tarantatour2020 con un concerto di due ore. Sul palco ci saranno i cantanti Consuelo Alfieri, Alessandra Caiulo, Stefania Morciano, Enza Pagliara, Antonio Amati, Salvatore Galeanda, Giancarlo Paglialunga e i musicisti Giuseppe Astore al violino,  Nico Berardi ai fiati, Roberto e Alessandro Chiga al tamburello, Leonardo Cordella all’organetto, Mario Esposito al basso, Roberto Gemma alla fisarmonica, Gianluca Longo alla mandola, Antonio Marra alla batteria,  Attilio Turrisi alla chitarra battente. Dirige l’Orchestra Daniele Durante. Danzeranno la pizzica Laura Boccadamo e Andrea Caracuta e dal progetto Piccola Ronda arriveranno anche i piccoli danzatori di pizzica scherma Alexander e Christopher Cirillo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento