settimana Otranto

Primo Maggio da incubo: precipita nella cava di bauxite e si rompe le costole

E’ accaduto a un 32enne di Mesagne, nel giorno della Festa del lavoro: è stato accompagnato nell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, fortunatamente non in pericolo di vita

OTRANTO – Primo Maggio da incubo per un turista 32enne di Mesagne, durante la consueta scampagnata: precipita nella cava di bauxite di Otranto e si rompe le costole. Protagonista della vicenda, nella giornata della Festa del lavoro, un uomo della provincia di Brindisi, scivolato per cause ancora da accertare nel laghetto alla periferia idruntina.

Nella caduta, un volo di diversi metri, ha riportato infatti diverse lesioni in più parti del corpo. Soccorso immediatamente dagli amici e dagli operatori del 118, il 32enne è stato accompagnato d’urgenza al “Vito Fazzi”, nel capoluogo salentino. Sottoposto agli accertamenti medici, è stato trovato con fratture alle costole ed altre ferite meno gravi.

Dell’accaduto se ne stanno occupando gli agenti di polizia del commissariato di Otranto, guidato dal vicequestore aggiunto Nicola Fucarino. I poliziotti stanno cercando di chiarire il motivo per cui il 32enne si sia avvicinato in maniera considerevole al perimetro della cava. Nella giornata di ieri, in centinaia hanno preso d’assalto uno dei luoghi di Otranto più apprezzati dal punto di vista paesaggistico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Maggio da incubo: precipita nella cava di bauxite e si rompe le costole

LeccePrima è in caricamento