settimana

Armati di pistole nel centro scommesse: rapinatori "locali" fuggono con mille e 500 euro

In due, volti incappucciati, hanno fatto irruzione in un’agenzia di Casarano. Hanno prelevato l’incasso per poi fuggire, su una Punto, aiutati da un complice

Foto di repertorio

CASARANO – Irrompono nel centro scommesse e mettono a segno una rapina davanti ad alcuni clienti. E’ accaduto intorno alle 19, a Casarano, nell’agenzia di viale Francesco Ferrari, nei pressi dell’omonimo ospedale della cittadina. In due, con i volti coperti da cappucci e due pistole in mano, sono entrati da un accesso posto sul retro del locale.

Una volta all’interno, hanno puntato le armi contro il dipendente presente, per intimargli di consegnare il denaro custodito nel registratore di cassa: una somma di circa mille e 500 euro. Arraffato il bottino, i due hanno raggiunto l’uscita dove, ad attenderli, vi era il terzo complice. Sono scappati a bordo di una utilitaria, sembrerebbe una Fiat Grande Punto, facendo perdere le proprie tracce. E’ probabile che qualcuno abbia però annotato il numero di targa della vettura. Intanto, sul luogo dell’accaduto, sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale, guidata dal capitano Clemente Errico.

I militari dell’Arma si sono messi subito al lavoro: il primo indizio, intanto, sarebbe quello dell’accento dei malviventi. Secondo le prime ricostruzioni, la banda sarebbe “autoctona””. Saranno i filmati, estratti dai numerosi circuiti di videosorveglianza della zona, a fornire altri dettagli agli inquirenti. L’solato è pieno di negozi, come la vicina farmacia, un negozio di prodotti per un ufficio e un paio di noti pub. In quei fotogrammi, forse, la soluzione.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armati di pistole nel centro scommesse: rapinatori "locali" fuggono con mille e 500 euro

LeccePrima è in caricamento