Di notte con la pistola nella rosticceria: via con mille euro, uditi spari

La rapina una ventina di minuti prima dell’una, su corso Umberto I, a Trepuzzi. In due, dopo il colpo, fuggiti su una vecchia utilitaria in direzione del litorale adriatico

L'attività colpita dai malviventi.

TREPUZZI - Ennesima attività rapinata, nel Salento, all’ora di chiusura. È accaduto in una rosticceria e rivendita di kebab su Corso Umberto I a Trepuzzi, una ventina di minuti prima dell’una, dove i malviventi hanno pianificato un'irruzione armata. Panico sia tra i gestori del locale, sia tra i pochi clienti rimasti. In due, entrambi con il volto coperto e di cui uno con una pistola in pugno, hanno infatti preso di mira l’esercizio.

Puntando l’arma contro un dipendente lo hanno costretto a consegnare i soldi custoditi nel registratore di cassa: una somma di circa mille euro, incasso della serata di lavoro. Arraffato il bottino i due sono fuggiti montando a bordo di una utilitaria, forse una vecchia Fiat Panda, per poi imboccare la direzione del litorale adriatico, verso le marine del Brindisino. Sul posto, i carabinieri della stazione di Trepuzzi, i quali si sono messi sulle tracce dei malviventi, forse aiutati da un terzo complice.

Questi ultimi, a detta dei testimoni che hanno assistito alla rapina, avrebbero anche esploso dei colpi d’arma in aria, a scopo intimidatorio, senza fortunatamente ferire nessuno.  Circostanza sulla quale gli investigatori dell'Arma stanno ora cercando di vederci chiaro. Gli uomini dell'Arma, dopo aver ascoltato i presenti al momento dell'accaduto, hanno infatti recuperato alcuni filmati, dai sistemi di videosorveglianza della zona. Fortunatamente, trattandosi di una delle zone più centrale della cittadina, vi sono numerosi esercizi commerciali dotati di "occhi elettronici".

Sono inoltre in corso altri accertamenti, basati sulla comparazione di targhe e altri elementi, contenuti nelle banche dati delle forze dell'ordine. Non è infatti escluso che i responsabili possano essere volti già noti ai carabinieri, per altri fatti analoghi. Lo sguardo degli inquirenti resta comunque rivolto sull'area cirostante, ma guarda attentamente anche alla provincia brindisina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento