settimana

Procura ottiene il sequestro del Samsara: sei indagati per abusi edilizi

Il sequestro preventivo eseguito, in giornata, dai militari della guardia costiera di Gallipoli. Minerva custode giudiziario

Lo stabilimento balneare "Samsara" al momento del sequestro.

GALLIPOLI – Presunti reati di abusivismo edilizio nel famoso lido estivo: scattano i sigilli allo stabilimento balneare “Samsara”, a Gallipoli. Ad eseguire il sequestro preventivo, disposto dal gip del Tribunale di Lecce Carlo Cazzella, su richiesta del  procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone, i militari della guardia costiera della Città Bella. Tra le irregolarità riscontrate e ora al vaglio della magistratura, anche la realizzazione del palcoscenico-passerella utilizzato durante gli eventi musicali.

Sei gli indagati, per concorso in abuso edilizio. Le accuse sono state mosse nei confronti del titolare del lido ionico, Rocco Greco; il progettista Lorenzo Pinto; l’ex dirigente comunale del settore Urbanistica Giuseppe Cataldi; il funzionario delegato alla firma Sergio Le0dbe8a23-9c8b-43fa-acab-2aafa94fb814-2one, il dirigente dell'Ufficio Demanio Paola Vitali e il rup, responsabile del procedimento Vincenzo Schirosi.  Sarà intanto Stefano Minerva, primo cittadino gallipolino, a rivestire il ruolo di custode giudiziario della struttura.

L’attività di accertamento di eventuali e presunte anomalie proseguirà nel corso dei prossimi giorni, sulla scorta della valutazione dei documenti recuperati dai militari. Si cercherà di chiarire se le autorizzazioni paesaggistiche e i permessi a costruire siano stati richiesti seguendo il corretto iter.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Procura ottiene il sequestro del Samsara: sei indagati per abusi edilizi

LeccePrima è in caricamento