menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La volante sul posto, per i rilievi.

La volante sul posto, per i rilievi.

Si spaccia per un’addetta alla manutenzione e rapina anziana disabile

E’ caccia a una donna che, alle 8 del mattino, ha strappato i preziosi dal collo della vittima: una 88enne con problemi di deambulazione

LECCE -  Si spaccia per un’addetta a dei lavori di manutenzione e mette a segno un colpo in pochi secondi. Una rapina lampo ai danni di un’anziana disabile. E’ accaduto questa mattina, intorno alle 8,30 circa, in via Giuseppe Codacci Pisanelli, in una palazzia popolare non lontano dal Museo ferroviario di Lecce. Una donna di circa 45, 50 anni al massimo, dall'aspetto distinto, si è presentata con un pretesto sull’uscio della casa della vittima: una 88enne del luogo, con difficoltà motorie, tanto da essere costretta ad utilizzare un girello.

Il tranello alla vittima

La malcapitata ha aperto la porta senza nutrire particolari sospetti, visto che effettivamente vi sono lavoro in corso nella zona. A quel punto, si è ritrovata con le mani della malvivente strette con forza al polso, fino a farla urlare: la rapinatrice le ha così strappato un bracciale, un anello e due collanine in oro. Il tutto, del valore di diverse centinaia di euro. Non contenta, ha anche chiesto bruscamente se avesse soldi. Ma la vittima s'è rifiutata di rispondere e a quel punto, rischiando di attardarsi troppo, la malvivente si è dileguata in fretta, a piedi, lungo le vie dell'isolato, solo con i monili.

L'identikit della rapinatrice

Stando alle descrizioni fornite dalla vittima, ma anche da alcuni operai che stavano lavorando in quel momento nelle immediate vicinanze, la donna da ricercare aveva i capelli scuri e ricci, raccolti in una lunga coda e addosso un giubbotto, una gonna lunga e una sciarpa di colore marrone. Fra l'altro, parlava in italiano perfetto: pare non abbia tradito alcuna inflessione dialettale.

Un operaio in particolare, inoltre, ha riferito ai poliziotti di aver notato la donna aggirarsi fra le palazzine un po' spaesata, come se non conoscesse bene la zona, per poi fermarsi davanti a quella dove pochi istanti dopo sarebbe avvenuta la rapina, entrarvi e uscirvi poco dopo senza tradire particolari emozioni. Non c'è stato quindi modo di capire subito se fosse accaduto qualcosa.   

Sconcerto tra il vicinato

La situazione ha provocato sconcerto tra le famiglie di tutto il vicinato, persone affacciate alle finestre quando s'è diffusa la voce e sono arrivate le volanti, o scese in strada per cercare di capire cosa fosse avvenuto, raccomandandosi l'un l'altra di non aprire mai a nessuno sconosciuto. 

Immediati i soccorsi prestati all’anziana: fortunatamente, almeno dal punto di vista fisico, non ha subito conseguenze particolari. E’ stata aiutata dagli agenti di polizia della sezione volanti, ai quali la 88enne ha poi sporto denuncia per l’accaduto. I poliziotti hanno avviato la caccia alla responsabile, che non si è fermata né davanti alla età avanzata della vittima e neppure davanti a un’evidente disabilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento