rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
social

I 5 musei da non perdere in provincia di Lecce

Una guida su alcuni tra i più caratteristici luoghi di cultura del territorio. Ecco quali sono:

Lecce e la sua provincia ospitano molti tra i più importanti musei della regione. Di seguito  vengono evidenziate le caratteristiche di diverse ambientazioni, tra le curiosità legate alle loro collezioni permanenti e alle mostre temporanee.

Museo Provinciale Castromediano di Lecce:

Castromediano-4

E’ il più antico museo pubblico della Puglia! Fondato nel 1868 da Sigismondo Castromediano, patriota, archeologo e letterato leccese del XIX secolo. Ripercorre la storia del Salento dalla preistoria alla civiltà messapica, fino ad arrivare all’arte del ‘900. In occasione dei 150 anni dalla sua fondazione, e fino al 31 marzo 2020, ha ospitato la Venere degli stracci del noto artista Michelangelo Pistoletto.

Castello Aragonese Otranto:

Otranto-12-19

L’antica fortezza, oltre a mostrarsi per la sua bellezza storica, si pone indubbiamente anche come uno dei musei più importanti. Negli ultimi anni ha ospitato mostre temporanee di rilievo, contenenti opere conosciutissime come il “Ragazzo morso da un ramarro” di Caravaggio (2017). Quest’anno è stata la sede di una rassegna sullo street-artist Banksy, proponendo serigrafie originali di una delle personalità creative più geniali di questo secolo.

Must (Museo Storico Città di Lecce):

Must-5-7

Nasce dalla struttura dell’antico monastero di S. Chiara. Lo spazio adatto per gli amanti dell’arte contemporanea, che si avvale di una sezione permanente composta dal lavoro dell’artista Cosimo Carlucci e da quelle opere donate da storici artisti cittadini al Comune di Lecce. A queste si alternano mostre temporanee che consentano al centro culturale del capoluogo salentino di collegarsi ad altri musei del panorama nazionale. Tra le attività proposte dall’ente,  spicca l’organizzazione dei laboratori per bambini. 

Museo Archeologico di Castro “Antonio Lazzari”:

castro-6-19

Racconta le vicende che si svolgono lungo vari millenni, sin dalla più remota preistoria. Il sottosuolo di Castro contiene molte testimonianze che sicuramente verranno a galla nel corso degli anni.  Il museo, infatti, si può definire come un “Cantiere museale dinamico”, che si pone come il posto giusto per accogliere progressivamente tanti preziosi reperti. 

Museo del Mare Antico di Nardò:

Museo del mare antico nardo-2

Il Museo ospita importanti reperti di età romana provenienti da indagini archeologiche effettuate nel mare e lungo la costa neretina. Offre un focus è dedicato al sito archeologico di Frascone, nella Palude del Capitano, e illustra, attraverso reperti e ricostruzioni, le diverse fasi di frequentazione del sito indagato dall’Università del Salento in collaborazione con la Soprintendenza del settore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 5 musei da non perdere in provincia di Lecce

LeccePrima è in caricamento