Venerdì, 24 Settembre 2021
social

Rubano un’auto a Lecce e la trainano verso Brindisi, ma i militari li notano

E’ accaduto ieri mattina, durante un inseguimento: un 29enne brindisino in manette, denunciato complice 41enne

BRINDISI – Rubano un’auto da Lecce e, per portarla a Brindisi, la trainano con un’altra vettura, legandola con una spessa corda. Sono stati fermati immediatamente da due carabinieri in borghese e liberi dal servizio: uno è finito in manette, l’altro denunciato in stato di libertà. E’ accaduto nella mattinata di ieri, sulla statale che collega i due capoluoghi di provincia.

I militari, che viaggiavano nella direzione opposta, verso Lecce, hanno notato quel mezzo sospetto, una Lancia Y, legato a una Fiat Punto. Hanno pertanto deciso di inseguire quelle due vetture e hanno sottoposto a un controllo il conducente. Non è stato semplice fermare quella Punto: l’automobilista, infatti, ha premuto sull’acceleratore, mettendo peraltro in pericolo sia gli altri conducenti, sia gli stessi militari. L’autista è finito su una vettura in sosta, arrecandole danni, per poi scappare a piedi. Ma è stato bloccato.

La Lancia Y, dopo le verifiche, è risultata asportata da una via del capoluogo salentino poco prima. Pietro Giovinazzo, un 29enne di Brindisi, è stato ristretto ai domiciliari al termine degli accertamenti, anche con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Un 41enne, invece, indagato in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano un’auto a Lecce e la trainano verso Brindisi, ma i militari li notano

LeccePrima è in caricamento