"Asteroide B 167": fanno rete i promotori del riscatto di un quartiere

Il progetto, di cui è capofila il liceo "Banzi-Bazoli" punta a far germogliare i semi della rigenerazione sociale e culturale

Foto di gruppo per il team di "Asteroide B 167"

LECCE - Si chiama Asteoroide B 167 il progetto di cui è capofila il liceo sicentifico Banzi Bazoli di Lecce che mira a definire, rinnovandola, l'identità di una zona molto popolosa a popolare della città, sin dalla sua realizzazione indicata e vissuta come marginale ma in grado, negli ultimi anni, di far germogliare iniziative di rilancio e di riscatto, come testimonia la vicenda di piazzla Cuneo.

Il progetto è stato presentato questa mattina in conferenza presso l'istuto scolastico alla presenza dell'assessora alla Rigenerazione Urbana, Rita Miglietta, delle associazioni e degli enti partner, oltre al Comune, ci sono Arca Sud Salento, Mecenate 90, l'Accademia Mediterranea dell'attore, 167 b Street, ma anche di quelle realtà che hanno già aderito, come la Parrocchia San Giovanni Battista, l’associazione Villeggiatura in panchina, Le ali di Pandora, Fondazione di Comunità del Salento, 167 Revolution, AlteraMente, Janub, La Bottega di Holden, Centro Studi A.F.C., Ricic'Arte, 167 LEF, Cult  Lab, Fermenti Lattici, Papagna, Fucina Salentina.

Sono da subito attivi i laboratori di teatro, di street art, e di partecipazione generativa e di competenze digitali. Il quartier generale dell'iniziativa è il liceo di Piazza Palio - sede del laboratorio per la cultura e il futuro urbano, ogni martedì dalle 13.30 alle 17.30 - ma la proiezione delle attività è esterna, cioè proiettata a costruire nella comunità residente - dei quartieri San Sabino, San Massimiliano Kolbe, San Giovanni Battista - pratiche di conoscenza della storia e della memoria del quartiere e percorsi di collaborazione per definire modelli culturali e sociali di cooperazione finalizzati alla rigenerazione dell'area. L'obiettivo principale è la creazione di una cittadianza attiva, consapevole della propria storia e anche delle proprie potenzialità, mettendo in rete tutti quei soggetti già protagonisti di inziative autonome.

La presentazione odierna non è avvenuta come un fulmine a ciel sereno, ma è stata preceduta da un intenso lavoro di immersione nel tessuto urbano di riferimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Tentano rapina a commercialista al rientro a casa. Reagisce e fuggono

Torna su
LeccePrima è in caricamento