Colella Games, la battaglia divertente alla ludopatia

Valeria, Jacopo e Federico sono i tre fratelli che dal 2016 hanno sposato la linea fec, family entertainment center, l’idea di sala giochi plasmata sulla loro migliore clientela: la famiglia

LECCE- La prima cosa che balza agli occhi aprendo la porta sotto l’insegna luminosa “Colella, cocktails & food” è l’adesivo con su scritto a caratteri cubitali “No Slot”: a pochi metri da Porta Rudiae, nel cuore della movida della città barocca, esiste il lato bello delle sale giochi, quello nato per combattere la ludopatia.

copertina-19

Si chiamano Jacopo, Valeria e Federico i tre fratelli di 22, 32 e 34 anni che sulle orme del papà Oronzo hanno seguito la passione per i videogiochi unendola all’arte culinaria e al piacere di bere un buon cocktail, con la particolarità di diffondere il puro divertimento e la gioia dello stare insieme alla famiglia, in un ambiente sano e pulito.

Colella Games: "Papà ci ha insegnato il divertimento ludico"

La ludopatia è una piaga sociale che oggi colpisce oltre 1,3 milioni di italiani e Lecce è in testa alla classifica con un totale di 210 milioni di euro spesi in giocate: quattrini che se ne vanno in un attimo, debiti che si accumulano, ricorso agli strozzini. E poi problemi sul lavoro, nel rapporto con i figli, stati di ansia e disturbi dell’umore, fino a episodi di violenza.

ragazze-2

La famiglia Colella, unita e affettuosa, con alle spalle anni di esperienza nel mondo del noleggio dei videogames e, purtroppo, anche a contatto con giocatori ludopatici, ha deciso di abolire nella sua attività l’utilizzo delle slot machine e di creare un locale ad hoc per i genitori, i bambini e i teenager che nel fine settimana vorrebbero trascorrere ore spensierate, ascoltando buona musica, addentando degli ottimi panini farciti con prodotti di prima scelta, socializzando tra loro e sfidandosi tra le varie proposte di giochi.

“Nostro padre ha scelto di fare un lavoro non tanto per lucro, ma per il piacere di regalare il divertimento al cliente. Come genitore e padre di famiglia ha insegnato questo a Valeria, a Federico e a me: realizzare un ambiente felice che trasmettesse l’amore per la famiglia e i figli” racconta il giovanissimo Jacopo tornato più intraprendente che mai da un anno di vita londinese, mentre Valeria aiuta alcuni bambini a salire sull’elicottero. Appena sforna un nuovo dolce, la trovate poi in sala con i più piccoli.

bambine-2

Se la ludopatia rovina i rapporti interpersonali e le relazioni familiari, il Colella Cocktails e food incentiva i giovanissimi a socializzare tra loro, fare nuove conoscenze e incontrare i compagni di avventura con cui condividere una corsa in pista di Formula1 o una partita allo speciale biliardino con calciatori tridimensionali, mentre i genitori chiacchierano rilassati tra loro e con gli amici.

E’ importante, oggi, riscoprire una società con il senso dei legami e dell’umanità, in cui è possibile trovare le risorse per risolvere un malessere. E Jacopo, Federico e Valeria offrono ai leccesi un’ottima risorsa, ossia quella di insegnare ai bambini il divertimento ludico senza aspettarsi nulla in cambio.

biliardo-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il locale nasce come fec, family entertainment center - prosegue Jacopo – un centro per l’intrattenimento delle famiglie, il nostro flusso maggiore di clientela. Ma non mancano anche le coppie che festeggiano gli anniversari e le comitive di adolescenti” conclude mentre ci invita ad assaggiare l’aranciata e  la limonata fatte in casa. Abbasso i prodotti commerciali. Viva la genuinità. Abbasso la ludopatia. Viva il divertimento puro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento