Giovedì, 24 Giugno 2021
social

In palestra centinaia di compresse anabolizzanti e fiale di ormoni: denunciato il titolare

I carabinieri e i colleghi del Nas hanno sequestrato centinaia di farmaci illegali, importati da altri Paesi senza autorizzazione. Il proprietario della palestra, a Casarano, nei guai

Foto di repertorio

CASARANO – Farmaci dopanti all’interno della palestra: denunciato il titolare. D.D.G., un 38enne di Cutrofiano, ma domiciliato nella marina di Salve, è finito nei guai nelle ultime ore, per ricettazione, assunzione e cessione di farmaci dopanti e importazione non autorizzata da paesi terzi. L’ispezione è stata eseguita all’interno della palestra, a Casarano, affiliata alla Federazione italiana pesistica, gestita dal 38enne.

I carabinieri della compagnia di Casarano, guidati dal capitano Clemente Errico, hanno infatti eseguito un sopralluogo, in collaborazione con i colleghi del Nas, il Nucleo antisofisticazione e sanità. All’interno della palestra, sono state rinvenute 140 compresse da 10 milligrammi di “Danabol, appartenente alla categoria degli stenoidi anabolizzanti. E non è tutto.

Assieme al kit illegale per sportivi, altre 60 compresse di “Clembuterolo”, sempre della categoria degli steroidi anabolizzanti, 10 fiale di testosterone, 80 compresse di “Citomed”, altri ormoni della crescita e una fiala di “bio-peptide”, sempre ormoni.

Tutti i farmaci trovati in palestra, riportanti dati identificativi in lingua estera e sprovvisti di autorizzazione all’immissione in commercio in Italia, sono rigorosamente vietati sia durante, che fuori gara. Sono in corso ulteriori controlli, per accertare agibilità ed autorizzazioni dell’attività. Intanto. Il materiale trovato dai militari è stato posto sotto sequestro, in attesa dei riscontri  dei Nas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In palestra centinaia di compresse anabolizzanti e fiale di ormoni: denunciato il titolare

LeccePrima è in caricamento