Alto rischio, divieto di trasferta: ad Andria il Lecce senza i suoi tifosi

La decisione prefettizia richiama la forte rivalità tra le due due tifoserie e gli incidenti verificatisi nel gennaio del 2016

Capitan Lepore ad Andria nel gennaio del 2016.

LECCE – Non ci sarà trasferta per i tifosi del Lecce in occasione della partita di sabato sera ad Andria, alle ore 20.30, valevole per la dodicesima giornata. Un testacoda, dunque, senza i colori giallorossi sugli spalti, considerando che la formazione di casa è ultima in classifica, con la Paganese, mentre quella salentina si trova al primo posto.

Il prefetto di Barletta-Andria-Trani ha disposto il divieto di vendita dei biglietti a tutti i residenti nella provincia di Lecce. La partita, infatti, è stata connotata come caratterizzata da alti profili di rischio: la rivalità tra le due tifoserie e nota e nel gennaio del 2016, sempre ad Andria, si registrano disordini prima del match che portarono al fermo di sei ultras del Lecce e alla denuncia a piede libero di altri cinque. Il prefetto si è avvalso della determinazione dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni sportive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto la squadra di Liverani ha ripreso la preparazione questa mattina a Martignano. Nemmeno il tempo di godersi la sofferta vittoria contro il Cosenza che i giallorossi devono pensare già ai prossimi ravvicinati impegni: dopo la gara di Andria ci sarà il turno infrasettimanale contro la Casertana (martedì pomeriggio, alle 18.30) e quindi la trasferta di Siracusa, sabato 11 (16.30). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento