Mercoledì, 23 Giugno 2021
social

Giornata Internazionale contro i Test Nucleari

Il 2 dicembre 2009, la 64° sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 29 agosto come Giornata Internazionale contro i Test Nucleari, adottando all’unanimità la risoluzione 64/35

Le tragedie umane e ambientali, risultato dei test nucleari, rappresentano motivi validi per osservare la Giornata Internazionale contro i Test Nucleari, un giorno durante il quale eventi, attività e messaggi educativi mirano a catturare l’attenzione del mondo e sottolineano la necessità di un impegno comune con lo scopo di prevenire ulteriori test delle armi nucleari.

Il Trattato sul Bando Totale degli Esperimenti Nucleari (CTBT) rappresenta lo strumento internazionale per mettere fine a qualsiasi forma di test nucleare, ma sfortunatamente deve ancora entrare in vigore.

Il 2 dicembre 2009, la 64° sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 29 agosto come Giornata Internazionale contro i Test Nucleari, adottando all’unanimità la risoluzione 64/35. La risoluzione invita a una maggiore consapevolezza e all’educazione “sugli effetti delle esplosioni dei test delle armi nucleari o di qualsiasi altra esplosione nucleare e sulla necessità della loro cessazione come uno dei mezzi per raggiungere l’obiettivo di un mondo libero dalle armi nucleari”. La risoluzione è stata avviata dalla Repubblica del Kazakistan insieme a un elevato numero di sponsor e cosponsor con lo scopo di commemorare la chiusura del Poligono Nucleare di Semipalatinsk avvenuta il 29 agosto 1991.

La Giornata è destinata a stimolare le Nazioni Unite, gli Stati Membri, le organizzazioni intergovernative e non governative, le istituzioni accademiche, le reti giovanili e i media a informare, educare e sostenere la necessità di vietare i test delle armi nucleari come passo importante verso il raggiungimento di un mondo più sicuro.

Il 2010 ha segnato la prima commemorazione della Giornata Internazionale contro i Test Nucleari. Da allora, ogni anno, il giorno è stata osservato coordinando varie attività in tutto il mondo, come convegni, conferenze, mostre, concorsi, pubblicazioni, conferenze presso istituzioni accademiche, trasmissioni dei media e altre iniziative.

Fin dalla sua istituzione, molti sviluppi a livello governativo bilaterale e multilaterale e ampi movimenti nella società civile hanno contribuito a far avanzare la causa del divieto dei test nucleari.

Inoltre, “sicuri che il disarmo nucleare e l’eliminazione totale delle armi nucleari siano la unica garanzia assoluta contro l’uso o la minaccia delle armi nucleari”, l’Assemblea Generale ha proclamato il 26 settembre come “Giornata Internazionale per l’Eliminazione Totale delle Armi Nucleari”, che è dedicata a promuovere l’obiettivo dell’eliminazione totale delle armi nucleari, attraverso la mobilitazione degli sforzi internazionali. Prima proposta nell’ottobre 2013, la risoluzione (A/RES/68/32) era il seguito della riunione ad alto livello sul disarmo nucleare, tenutasi il 26 settembre 2013 presso l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. La Giornata Internazionale per l’Eliminazione Totale delle Armi Nucleari è stata osservata per la prima volta nel settembre 2014. La Giornata Internazionale contro i Test Nucleari, insieme ad altri eventi e azioni, ha favorito un ambiente globale con prospettive più ottimistiche per un mondo libero dalle armi nucleari.

È la speranza delle Nazioni Unite che un giorno tutte le armi nucleari saranno eliminate. Fino ad allora, è necessario osservare la Giornata Internazionale contro i Test Nucleari mentre si continua a promuovere pace e sicurezza in tutto il mondo. Iniziative come la Giornata Internazionale contro i Test Nucleari fanno parte degli sforzi globali verso un mondo senza armi nucleari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata Internazionale contro i Test Nucleari

LeccePrima è in caricamento